roma napoli
|

Roma-Napoli, allarme: cinquemila ultras hanno comprato i biglietti eludendo i controlli?

Non sono passate nemmeno 12 ore dalla storica prova di Francesco Totti in Roma-Torino che il campionato torna di attualità per la prossima giornata: all’Olimpico si giocherà Roma-Napoli, scontro diretto per il secondo posto che garantisce la qualificazione diretta alla Champions League. Una partita tenuta sotto strettissimo controllo da parte delle autorità della Questura e delle autorità che hanno vietato l’ingresso all’Olimpico agli ultras del Napoli: e che, però, sembra siano pronti ad arrivare comunque a Roma tramite vie traverse.

ROMA-NAPOLI, ALLARME: CINQUEMILA ULTRAS EVITERANNO I DIVIETI?

Sarebbero cinquemila gli ultras pronti ad arrivare in città. Il Messaggero nella Cronaca di Roma racconta.

L’Osservatorio del Viminale ha inserito Roma-Napoli nella black list delle partite di Serie A a rischio scontri. Allerta al massimo livello, trasferta vietata agli ultrà partenopei. Eppure migliaia di supporter azzurri negli ultimi giorni sono riusciti ad accaparrarsi un biglietto sugli spalti dell’Olimpico, sfruttando decine di siti web che, attraverso una registrazione ultra veloce e con pochi controlli, permettono di acquistare i ticket di una partita che può essere decisiva per la qualificazione diretta in Champions League. Ma Roma-Napoli non è solo una competizione sportiva. E’ anche una rivalità calcististica che più volte in passato è degenerata in una guerriglia urbana dagli esiti anche drammatici, come la morte di Ciro Esposito per mano dell’ultrà giallorosso Daniele De Santis

 

Proprio ieri è arrivata la richiesta di ergastolo per Daniele de Santis; le forze dell’ordine hanno tutta l’intenzione di evitare che a Roma accada qualcosa di analogo.

LEGGI ANCHE: Ciro Esposito, la madre: “Nessun ergastolo mi ridarà mio figlio”

Le stime che circolano in questura prevedono circa 5mila tifosi del Napoli in trasferta all’Olimpico. Quasi tutti risultano residenti le Lazio e in altre regioni limitrofe, Campania esclusa. Per loro, di conseguenza, non ci sarà alcuno stop ai tornelli. Nell’area di pre-filtraggio invece saranno dislocati centinaia di agenti per bloccare le frange più estreme della tifoseria eventualmente in arrivo da Napoli. Al momento le previsioni in mano agli esperti della Questura non fanno presagire contingenti massicci di tifosi violenti. Ma l’allerta rimane alta. Anche percHé l’ultimo rapporto dell’Osservatorio del Ministero dell’Interno parla chiaro: nella scorsa stagione «le due tifoserie che hanno fatto registrare il maggior numero di trasferte in termini assoluti sono risultate quelle della Roma e del Napoli, rispettivamente con 14 e 9 trasferte».