Belen Rodriguez
|

Belen Rodriguez incontra Giovannone, braccio destro di Carminati

Belen Rodriguez ha incontrato Giovanni De Carlo, detto “Giovannone” e i due sono stati immortalati dai fotografi di Diva e Donna. L’uomo era stato arrestato nell’ambito dell’inchiesta Mafia Capitale perché ritenuto il braccio destro di Massimo Carminati. Giovannone era già noto per le sue conoscenze nel mondo dello spettacolo e tra queste anche Belen Rodriguez. A processo ancora in corso però, De Carlo è tornato libero e, come riporta Il Messaggero, avrebbe approfittato per rivederla. Il nome della showgirl argentina non è nuovo alle intercettazioni. Risale a fine dicembre una telefonata di Stefano De Martino in cui il ballerino cerca di mettere a punto una strategia difensiva per la moglie.

Tra gli intercettati, il 5 dicembre 2014, c’è anche Stefano De Martino, marito di Belen, che tenta di approntare una strategia difensiva per la modella argentina, contatta dalla stampa per i suoi rapporti col “boss” Giovanni De Carlo: «Allora Belen… può dire guarda lo conosceva mio marito e io lo conosco di vista… ci siamo incontrati una sera a cena siamo diventati amici… però lo faccio tribrale su di me… Su di lei montano, su di me l’interesse è minore».

GIOVANNI DE CARLO DETTO “GIOVANNONE”

Nell’ordinanza d’arresto i magistrati dicevano di lui che “L’ingente disponibilità di risorse finanziarie in assenza di qualsiasi fonte di reddito lecita inducono a ritenere che De Carlo abbia fatto del crimine una scelta di vita“. E che il “Suo inserimento nel circuito criminale di Massimo Carminati, la sua originaria vicinanza a questi e successiva crescita con acquisizione di uno spazio di autonomia, i suoi rapporti con altri esponenti della delinquenza romana e la sua dedizione al delitto”.