ragazza tram milano
|

Milano: A.A.A. cercasi la ragazza del tram disperatamente

Lui si chiama Roberto e sta cercando disperatamente una ragazza. Non sa il suo nome ma ha il suo viso impresso nella mente. L’ha incontrata su un tram a Milano, non è riuscito a fermarla, perdendola. Da quel giorno tappezza le fermate dei mezzi milanesi sperando che lei, “La ragazza del tram”, legga il suo messaggio. La pagina Facebook che Roberto ha aperto da qualche giorno per trovarla è seguita da oltre 5 mila persona. Ma di lei, ancora, nessuna notizia.

ragazza tram milano
Roberto, il ragazzo che ha creato la pagina

È sabato sera, sto aspettando il tram in Via Torino con gli amici e dopo 2/3 minuti che aspettiamo, arriva LEI (Chiara o Elisa ancora non so quale nome le si addica di più) …
la guardo parlare con le amiche ed è bellissima.. non riesco a toglierle gli occhi di dosso e ad un certo punto si gira verso di me e comincia a guardarmi anche lei.. ci siamo cercati a lungo fino a che siamo saliti sullo stesso tram.. io mi metto in una posizione tale per poterla guardare e lei continuava a lanciarmi sguardi..
Ad un certo punto uno dei miei amici mi dice: “ma vuoi che vada a parlarle?”
“Ma no muoio se fai una cosa del genere! Nessuno ha una penna che le lascio qualcosa di scritto?” ma proprio mentre cercavamo qualcosa per scrivere, il tram si ferma e lei scende.. io mi giro e mentre scende con le amiche mi è venuto tipo svarione.. ci sono rimasto malissimo.. la guardo sorridendo sperando in un suo ultimo sorriso e appena il tram riparte, alza lo sguardo cercandomi e trovandomi per poi sorridere ancora..
ORA IO DEVO TROVARLA!!! Aiutatemi a trovare “ La ragazza del tram”! Abbiamo preso la linea “3”.. Era con 2 amiche ed è scesa prima delle Colonne di San Lorenzo..
Sono certo che se sarete in tanti a condividere, la troverò presto.. grazie!

LEGGI ANCHE: I 13 segnali che te lo dicono chiaro: non gli piaci abbastanza

ROBERTO E LA RICERCA DELLA RAGAZZA SUL TRAM

A Roberto son bastati pochi minuti sulla linea 3 per perdere la testa. Un gioco di sguardi, ricambiato, che però alla fine non ha portato a nulla. In tanti cercano di dare una mano al giovane ventenne. “Sta tranquillo la troverai”, scrive Carmine. “Ma prendere altre 2, 3 volte lo stesso tram, magari allo stesso orario, no eh?”, suggerisce Marco.

In bocca al lupo Roberto