Cosa fa Roma contro gli attentati?

di Redazione | 24/03/2016

revocato sciopero atac lunedì 11 luglio

Dopo gli attentati di Bruxelles, come si muove Roma per migliorare la sicurezza di turisti e cittadini? Oggi Il Messaggero fa il punto sulla situazione

SICUREZZA A ROMA

Secondo il quotidiano romano

«Siamo dentro una minaccia e lo stiamo dicendo da tempo, non ci sono segnali specifici di progetti terroristici specifici, questo non significa però che dobbiamo stare tranquilli. Dobbiamo vivere la nostra vita».

La sicurezza è alzata in tutti i luoghi più frequentati di Roma, in testa il Colosseo

Il simbolo di Roma è sorvegliato speciale. […] Il passaggio di volanti e “gazzelle” lungo i Fori Imperiali è continuo. Le camionette delle forze dell’ordine sostano ai due lati della via Sacra, con il motore acceso, pronte a intervenire. Girano i motociclisti della polizia, il presidio dei vigili urbani è rafforzato, mentre quelli in borghese spuntano dal nulla per allontanare vu’ cumpra’ e abusivi. I soldati fanno la ronda tra i turisti, stringendo in pugno le armi lunghe.

Ovviamente gli occhi sono puntati sulla Pasqua e le ricorrenze religiose che vedranno la capital protagonista

La piazza, intanto, si prepara alla Via Crucis di domani sera con Papa Francesco, uno degli eventi più attesi nel Giubileo. Imponenti i dispositivi di sicurezza (così come ieri è stata superblindata l’udienza generale a San Pietro) che verranno meglio definiti al tavolo tecnico tra prefettura e questura di oggi pomeriggio. Il circuito Colosseo, Foro Romano e Palatino chiuderà le biglietterie alle 14 e i siti alle 15. Dopodiché l’area sarà in mano agli artificieri con i cani anti-esplosivo e alle squadre di bonifica delle forze dell’ordine, mentre è probabile che chi prenderà parte alla celebrazione dovrà passare ai metaldetector dei varchi. Tiratori scelti saranno appostati nei punti più alti, la fermata dellametro chiusa.

E a Termini il dispositivo sicurezza è ormai simile a quello di una prigione. Tanto che una commessa dice: «Abbiamo notato un calo dei clienti – racconta una commessa dell’area Coin/Ovs – L’impressione è che i viaggiatori vogliano rimanere all’interno di metro e stazione il meno possibile»