Vincenapoli.it e Napoliriparte.it, i domini web di Bassolino già pronti per sfidare de Magistris

di Donato De Sena | 14/03/2016

antonio bassolino

Nei giorni in cui la maggior parte degli esponenti del Pd napoletano sceglieva Valeria Valente come candidata da contrapporre ad Antonio Bassolino, l’ex sindaco ed ex presidente della Regione Campania si sentiva probabilmente la vittoria alle primarie del centrosinistra già in tasca. O almeno, già lavorava con attenzione alla sfida delle secondarie. A dimostrarlo sono alcune informazioni relative ai domini web creati per conto del candidato da un’agenzia di comunicazione romana. Era il primo febbraio, pochi giorni dopo la discesa in campo della Valente e pochi giorni prima della scadenza per la presentazione delle candidature, quando la Yes I Am srl “prenotava” l’utilizzo di Vincenapoli.it e Napoliriparte.it, due degli slogan (e degli hashtag) più utilizzati da Bassolino e dal suo staff nel corso della campagna delle primarie, comparsi in diversi tweet, post di Facebook e messaggi su cartelli, volantini e manifesti. Quel che è certo è che durante le primarie contro la Valente, i domini prenotati non sono stati usati.

 

 

Elezioni Napoli 2016, Renzi stoppa Bassolino ma il Pd ha bisogno della sua folla
Napoli, i sostenitori di Bassolino cacciano i contestatori (VIDEO)

I due domini, per ora, non sono stati sfruttati per l’apertura di un sito, ma  è chiaro che probabilmente la loro creazione va interpretata come una possibile nuova soluzione per interagire con gli utenti sul web, comunicare programmi o informare sulle iniziative elettorali. Negli ultimi mesi Bassolino ha utilizzato molto i social network per esprimere le sue posizioni. È proprio da Twitter che ha annunciato la sua corsa per le primarie, lo scorso 21 novembre, ed è da Twitter che si è espresso sull’esito del voto e ha informato dei suoi ricorsi. Diversi gli hashtag utilizzati. Su tutti #andiamoavanti, #vincenapoli e #napoliriparte. Ed è proprio quest’ultimo quello utilizzato con più frequenza negli ultimi giorni della campagna elettorale. E chissà che «Vince Napoli» e «Napoli riparte» non siano proprio i nomi di un’eventuale lista dell’ex sindaco. Bassolino non ha escluso la possibilità in caso di bocciatura dei suoi ricorsi di presentarsi con un proprio simbolo.

(Foto di copertina: ANSA / CIRO FUSCO)