Un marziano a Roma, libro di Ignazio Marino
|

Un marziano a Roma, il libro di Ignazio Marino sarà «una vera bomba, una cosa esplosiva»

Un marziano a Roma è il titolo del libro di Ignazio Marino edito da Feltrinelli in uscita il prossimo 31 marzo. Quel giorno, alle 18.30, l’ex sindaco di Roma lo presenterà al pubblico alla Galleria Alberto Sordi.

UN MARZIANO A ROMA, IL LIBRO «ESPLOSIVO» DI IGNAZIO MARINO

Sul suo sito la casa editrice fa sapere che si tratta di «un libro esplosivo, ma niente affatto scandalistico, ricco di rivelazioni e retroscena sui passaggi anche più minuti del sottopotere romano». Nella descrizione di Un marziano a Roma la Feltrinelli chiede se Marino sia stato «un sindaco disastroso, dimissionato dal suo stesso partito e impopolare tra i romani» o, al contrario, «l’unico onesto, assediato da un sistema di potere ora sotto inchiesta dalla magistratura come Mafia Capitale, e tradito clamorosamente da chi lo doveva difendere». Poi spiega:

A distanza di pochissimi mesi dal clamoroso epilogo del suo mandato, con i consiglieri comunali del Pd spediti dal notaio a dimettersi insieme a consiglieri dell’opposizione, Ignazio Marino ha scritto la sua verità. Il racconto, duro e spietato, delle resistenze che ha trovato e di quelle che alla fine lo hanno fatto fuori; l’analisi, punto per punto, di una stagione di governo della città che voleva marcare un cambiamento assoluto; il ricordo, commosso e grato, di tutti coloro (assessori e comuni cittadini) che hanno partecipato insieme a lui a questa avventura, e lo hanno sostenuto fino in fondo.

 

Un marziano a Roma, libro di Ignazio Marino
La copertina del libro di Ignazio Marino Un marziano a Roma (Immagine da: Lafeltrinelli.it)

 

L’autore, intanto, ha definito il suo libro «una vera bomba». Si legge oggi sulle pagine romane del Corriere della Sera:

Con chi ne ha parlato, Marino l’ha definito «una vera bomba, sarà una cosa esplosiva», un libro — titolo «Un marziano a Roma» — dove verranno fatti «nomi, cognomi e situazioni». Sono in molti a tremare, perché Marino promette di «raccontare tutte le pressioni, le richieste di nomine e di assunzioni» fatte dai dirigenti dem, compreso il commissario romano Matteo Orfini. Marino è pronto a giocarsela, mentre Bray dovrebbe pronunciarsi a breve. L’aria che tira, tra i suoi amici, è che l’esponente pugliese, già direttore della rivista dalemiana «ItalianiEuropei», alla fine declini. E, in ogni caso, non vorrebbe fare le primarie. Consultazione alla quale potrebbe poter partecipare anche Gianluca Peciola, ex capogruppo di Sel in Campidoglio: una mossa, più che altro, per far uscire gli altri allo scoperto.

La copertina del libro di Ignazio Marino è già disponibile. Il prezzo di lancio scontato è di 15,30 euro (anziché 18).

(Immagini da: Lafeltrinelli.it)