donald trump
|

Donald Trump, il video del contestatore preso a pugni in faccia

Donald Trump continua la sua campagna elettorale lungo gli Stati Uniti e si moltiplicano gli avvenimenti violenti durante i suoi comizi. Il Time a tal proposito ci fornisce un video in si vede un uomo di colore che protesta contro il candidato repubblicano prima di essere colpito con un pugno in faccia da un sostenitore del miliardario.

DONALD TRUMP, L’AGGRESSIONE E IL VIDEO

 

L’aggressione è avvenuta durante un comizio di Donald Trump tenutosi a Fayetteville in North Carolina lo scorso mercoledì. L’uomo aggredito, il ventiseienne Rakeem Jones stava uscendo dall’arena dov’era in corso la convention prima di essere preso a pugni sul volto da un uomo sugli spalti. Gli agenti della sicurezza hanno poi bloccato a terra il ventiseienne di colore per poi portarlo via.

 

 

DONALD TRUMP, LE PAROLE DELL’AGGREDITO

 

«Mi fa ancora male un occhio, è stato spaventoso -ha commentato l’uomo dopo l’aggressione avvenuta al comizio di Donald Trump- e sembra che prima questo mi ha colpito e dopo la polizia gli ha permesso di andare via mentre io sono stato arrestato dopo essere stato picchiato. Succede a ogni comizio e ora stanno consentendo che ciò accada». Il tutto è accaduto mentre i presenti gridavano insulti razzisti all’indirizzo alla vittima dell’aggressione.

 

LEGGI ANCHE: Compare Donald Trump in tv: impennata delle ricerche Google USA per trasferirsi in Canada

 

DONALD TRUMP E LE VIOLENZE AI SUOI COMIZI

 

L’aggressione ai danni di Rakeem Jones è l’ultima di una serie di violenze avvenute durante i comizi di Donald Trump. Lo scorso novembre un attivista nero è stato ripetutamente picchiato e strozzato mentre la giornalista Michelle Fields è stata strattonata dal leader della campagna elettorale di Donald Trump Corey Lewandowski. Il mese scorso a Las Vegas Trump ha dichiarato pubblicamente che gli sarebbe piaciuto prendere a pugni in faccia un contestatore aggiungendo che ai tempi belli quest’ultimo “sarebbe andato via in barella”.