Primarie Napoli 2016
|

Primarie Napoli 2016, dopo il ricorso di Bassolino decisione in 24 ore

Cosa accade dopo il ricorso di Antonio Bassolino sull’esito delle primarie del centrosinistra a Napoli? La parola passa al Comitato organizzatore del voto presieduto da Giovanni Iacone, che si riunirà oggi verso le 12 nella sede del Pd metropolitano. L’ex sindaco ed ex governatore campano, dopo il reportage di Fanpage, ha chiesto l’annullamento delle operazioni di voto in 5 seggi, per brogli.

 

Quando la Valente prevedeva: «Alla prima irregolarità Bassolino farà ricorso…» (VIDEO)

 

PRIMARIE NAPOLI 2016, COSA SUCCEDE DOPO IL RICORSO DI BASSOLINO

Oggi Il Mattino di Napoli, riprendendo il regolamento delle primarie, in un articolo a firma di Luigi Roano spiega così com’è composto il Comitato organizzatore e qual è il suo raggio d’azione:

«Il Comitato Organizzatore – si legge nel regolamento delle primarie – è formato da 8 componentiindicati dal Pd e 8 indicati dalle altre forze politiche che partecipano e che designano un membro ciascuna. I membri del Pd vengono designati dal segretario provinciale del partito che indica anche il presidente». E ancora: «Il Comitato verrà successivamente integrato con un rappresentante, senza diritto di voto, per ogni candidato alla carica di sindaco». Fuori dal politichese, il Comitato decide a maggioranza. Fermo restando l’autonomia di ciascun membro, è espressione di unamaggioranza politica. Veniamo al raggio d’azione del Comitato, che l’articolo 9 del regolamento chiarisce con nettezza. Al punto 2 si legge: «Eventuali reclami e contestazioni in merito al risultato elettorale dovranno essere inoltrate, a cura dei candidati o dei loro rappresentanti, entro 48 ore dalla proclamazione del risultato. Tali reclami, circostanziati e motivati, dovranno essere inoltrati al Comitato organizzatore, che decide entro le 24 ore successive».

(Foto di copertina: ANSA / CIRO FUSCO)