Gloria Rosboch
|

Gloria Rosboch, il fratello di Defilippi: «L’omicidio una sua idea»

Gloria Rosboch, parla il fratellino tredicenne di Gabriele Defilippi, 23enne accusato di aver ucciso la sua ex professoressa e di averne nascosto il corpo. Il ragazzino, interrogato per sei ore dagli inquirenti nei giorni scorsi, ha svelato di aver avuto la confessione da parte di Defilippi che ha confessato di essere ideatore e autore dell’omicidio.

GLORIA ROSBOCH, LA DICHIARAZIONE DEL FRATELLO DI GABRIELE DEFILIPPI

Gloria Rosboch quindi, secondo le parole del ragazzino tredicenne, sarebbe stata uccisa dal suo ex amante. Il ragazzo, dopo l’arresto della madre Caterina Abbatista, è stato affidato al padre naturale. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera il ragazzo ha chiesto al fratello se fosse implicato nella morte dell’insegnante “innamorata di lui” ottenendo, a quanto pare, la seguente risposta: “Io c’entro e l’ho fatto con Roberto Obert, ma l’idea era mia”.

GLORIA ROSBOCH, LE CONFIDENZE CON LA FIDANZATA DI DEFILIPPI

Le parole sul delitto di Gloria Rosboch riferite dal fratello di Gabriele Defilippi sono diverse rispetto a quelle della fidanzata, Sofia Dabouf: la ventenne ha raccontato che il giorno della morte dell’insegnante, il 13 gennaio scorso, Gabriele aveva detto che Gloria Rosboch doveva sparire. Il piano però sarebbe stato architettato da Roberto Obert con l’ausilio di Caterina Abbatista.

GLORIA ROSBOCH: DEFILIPPI VICINO ALLA MALAVITA?

Il delitto di Gloria Rosboch non sarebbe l’unica ombra nella vita di Gabriele Defilippi. Il ragazzino avrebbe descritto Roberto Obert come un “truffatore e un usuraio, prestava i soldi a chi non poteva giocare al casinò e li riprendeva”. L’uomo insieme a Gabriele Defilippi, che secondo il racconto del fratello aveva due pistole e parlava spesso di armi al telefono con mafiosi, avrebbe compiuto altre truffe. A una donna il duo avrebbe sottratto 300.000 euro.