caterina abbattista
|

Caso Rosboch: Caterina Abbatista rimarrà in carcere

Caterina Abbatista, la madre di Gabriele De Filippi, il giovane accusato di omicidio premeditato e occultamento di cadavere per il delitto Rosboch, rimarrà in carcere. Lo ha deciso il tribunale del Riesame di Torino. Accusata di concorso in omicidio, la donna ieri aveva negato ogni addebito davanti ai giudici del Riesame. Per l’omicidio della professoressa Gloria Rosboch, scomparsa da casa lo scorso 13 gennaio e ritrovata cadavere in una discarica non lontano da casa sua lo scorso 19 febbraio, sono in carcere Gabriele De Filippi, 22 anni, ex allievo della donna, che aveva anche truffato, sottraendole 187 mila euro, e Roberto Obert. Lo riportano le agenzie, sostenendo che il gip Marianna Tiseo ha convalidato i fermi di Gabriele Defilippi, Roberto Obert e Caterina Abbatista, accusati dell’omicidio di Gloria Rosboch. La decisione e’ arrivata dopo due ore di camera di consiglio.

IL RUOTO DI CATERINA ABBATISTA

Caterina Abbatista, dopo essere stata informata di essere in stato di fermo perché suo figlio é accusato dell’omicidio della professoressa, ha dichiarato: “No, non é possibile… maledetti quelli che l’hanno uccisa”. E ha continuato a fornire agli inquirenti la versione di sempre: che lei, infermiera, quel giorno era al lavoro, in ospedale a Ivrea, e che suo figlio rimase tutto il giorno in casa. Ma i carabinieri hanno le prove, attraverso le celle telefoniche, che fu lei quel giorno a portare suo figlio a casa di Obert. Ora la donna é in carcere, sotto shock. Continua a piangere, sorvegliata a vista.