festa della donna
|

Perché la festa della donna è proprio il giorno 8 marzo

8 marzo, perché? Perché la festa della donna è proprio l’8 marzo? Per quale motivo la data in cui si è scelto di festeggiare la giornata internazionale della donna è l’8 marzo? Questa festa, come abbiamo visto, ha una storia prettamente politica. Nonostante le tante bufale che hanno cercato di dare all’8 marzo una data simbolica, infatti, la vera storia dell’8 marzo come festa della donna è molto meno “fascinosa” di quanto si crede.

Leggi anche:

8 MARZO, LA FESTA DELLA DONNA
8 MARZO: OTTO FILM PER LA FESTA DELLA DONNA
8 MARZO: GLI EPIC FAIL DELLE AZIENDE

PERCHÉ  LA FESTA DELLA DONNA SI FESTEGGIA L’OTTO MARZO

Perché, quindi, la festa della donna cade proprio l’8 marzo? La vera storia della scelta della data non è affascinante – o pregnante – come tante delle bufale sull’8 marzo vorrebbero. Infatti l’8 marzo non era una scelta che sin dall’inizio era “tipica” della festa della donna. La data venne infatti scelta qualche anno dopo la prima “festa”, creata durante la II internazionale socialista, quando venne stabilita l’esigenza di creare una giornata internazionale per discutere diritti e ingiustizie di genere che ancora, agli albori del ‘900, rendevano la condizione della donna sostanzialmente inumana. In particolare, la data dell’8 marzo venne scelta a margine della Seconda conferenza delle donne comuniste di Mosca, che si tenne nel 1921, ben 12 anni dopo la prima giornata internazionale della donna tenutasi negli Usa. Proprio in quella occasione venne scelta quella dell’8 marzo come unica data per la giornata internazionale delle donne, per ricordare probabilmente la marcia contro lo zarismo di San Pietro Burgo, che vide protagoniste proprio le donne, nell’8 marzo del 1917.

8 MARZO PERCHÉ CI SONO TANTE BUFALE SULLA DATA DELLA FESTA DELLA DONNA

8 marzo, perché però ci sono così tante false storie sulla nascita  della festa della donna e sulla data dell’8 marzo? Probabilmente, come fanno notare alcuni storici, due sono le motivazioni che hanno spinto la memoria collettiva a voler dare alla data dell’8 marzo una connotazione più “forte” e forse simbolica, per la festa della donna. Proprio per questo motivo sono nate le storie, prive di ogni fondamento storico, che volevano la festa delle donne dell’8 marzo nata per ricordare massacri di operaie in aziende statunitensi ma esistite.