Maltempo
|

Maltempo, previsioni: oggi bufera e disagi verso la fine. Ieri 5 morti

Non si è conclusa l’indata di maltempo che in questi giorni ha attraversato la Penisola e che ieri ha fatto vittime al Centrosud. Pioggia e temporali continueranno anche nella giornata di oggi, luned’ 29 febbraio, con particolare intensità sui versanti tirrenici.

 

Maltempo
Il treno deragliato per una frana in Piemonte (Foto: ANSA / PAOLA GUABELLO)

 

MALTEMPO, OGGI ANCORA PIOGGIA

Stando a quanto spiega il sito 3bmeteo.it le precipitazioni interesseranno anche le regioni settentrionali, ma in graduale attenuazione fino a fine giornata. Resteranno ancora forti i venti, che ieri hanno raggiunto il loro picco e che comunque con il passare delle ore perderanno la loro energia. La nuova settimana sarà caratterizzata da perturbazioni in discesa da Nord Europa. Il tempo sarà instabile, ma non mancheranno anche ore di tempo sereno. Ilmeteo.it, intanto, precisa che piogge e temporali localmente forti interesseranno oggi in particolar modo il Triveneto, il Lazio, la Sardegna occidentale e la Liguria. E cisarà neve abbondante su Alpi e Appennini oltre i 900/1200 metri di altitudine. Viene segnalata anche l’alta marea a Venezia. Si prevede fino ad un metro di acqua alta nelle prime ore della giornata. Mentre venti forti di Scirocco e Libeccio arriverebbero su gran parte dei bacini generando intense mareggiate.

MALTEMPO, 5 MORTI DA NORD A SUD

Sono cinque le vittime del maltempo di ieri. Molti danni nelle regioni del Centro e del Sud sono stati causati dalla caduta di alberi e dall’esondazione di torrenti. A Candinoni, in provincia di Reggio Calabria, nella piana di Gioia Tauro, ha perso la vita un agricoltore di 51 anni, schiacciato da un eucalipto di grandi dimensioni che si è abbattuto sulla sua auto. Nel Veronese un 50enne è morto per annegamento dopo essere scivolato nel fiume Tione, mentre si trovava in compagnia di alcuni amici, forse per il terreno reso viscido dalla pioggia. Altre tre vittime in serata. A Sessa Aurunca, in provincia di Caserta, due persone sono state uccise dopo che un albero abbattuto dal vento ha colpito la vettura sulla quale viaggiavano. A Sant’Angelo in Pontanto, infine, in provincia di Macerata, una persona è finita con l’auto in un torrente in pienta. Numerosi i feriti. Un bambino di 8 anni in Calabria ha avuto un trauma cranico e ha subito fratture per la caduta di un albero.

MALTEMPO, DISAGI IN TUTTA LA PENISOLA

Al Sud particolari disagi sono stati registrati, dunque, in Calabria e in Campania. A Cosenza, dove è stata ordinata la chiusura delle scuole, le raffiche di vento hanno raggiunto i 135 Km/h. Il vento a Gioia Tauro ha addirittura provocato la chiusura del porto. In Campania, intanto, le raffiche e il mare agitato hanno provocato l’interruzione di tutti i collegamenti marittimi tra Napoli, Capri e Ischia. Sono stati fermati sia i mezzi veloci, sia i traghetti. Solo un aliscafo è riuscito ieri ad assicurare alcuni collegamenti tra Capri e Sorrento, mentre da Ischia una sola nave e’ riuscita a partire per Pozzuoli. Per quanto riguarda il Nord, tra le regioni più colpite c’è sicuramente il Piemonte, dove un treno regionale è deragliato per un frana provocata dalle forti piogge. È accaduto precisamente in provincia di Biella, tra Cossato e Rovasenda. Sul convoglio diretto a Novara, viaggiavano 13 passeggeri, fortunatamente rimasti illesi. L’incidente ha provocato l’interruzione della circolazione ferroviaria sulla linea, ed ha costretto ad un servizio bus sostitutivo. Ancora in Piemonte una bufera di neve ha investito il Cuneese creando disagi alla viabilità.

(Foto di copertina: ANSA / ROBERTA MARROLLO)

TAG: Maltempo