Antonin Scalia
|

Complottismo: Antonin Scalia e una morte da teoria della macchinazione

Antonin Scalia è morto durante un incontro di una società segreta fondata a fine 1600 nell’Impero austriaco. Un decesso dagli aspetti paramassonici che probabilmente rafforzerà il complottismo difusosi in rete dopo la sua scomparsa, che potrebbe alterare per diversi decenni gli equilibri di potere all’interno della Corte Suprema degli Stati Uniti.

COMPLOTTISMO ANTONIN SCALIA

La morte di Antonin Scalia ha generato un’ondata di complottismo sulla rete e i social media americani. Il decesso del giudice della Corte Suprema, da ormai diversi decenni leader ideologico dell’ala conservatrice della magistratura statunitense, ha suscitato forti timori per una svolta progressista all’interno del più importante tribunale americano. Il potere di nomina di un giudice della Corte Suprema è uno dei più importanti assegnati al presidente dalla Costituzione, e Barack Obama ha rivendicato la sua volontà di esercitarlo nel suo ultimo anno di mandato. Il rumoroso e numeroso mondo conservatore che crede nel complottismo contro il primo presidente nero degli Stati Uniti ha subito rilevato una macchinazione dietro alla morte di Antonin Scalia, avversario ideologico di Obama. I dettagli della sua morte sono per certi versi più particolari delle tante strampalate teorie diffusesi in rete. Come ha notato Paul Krugman sul suo blog, il giudice Scalia sembra davvero un personaggio di un romanzo di Dan Brown.

LEGGI ANCHE

La mappa del complottismo italiano online

COMPLOTTISMO ANTONIN SCALIA MORTE

Antonin Scalia è morto in un lussuoso ranch del Texas, dopo una battuta di caccia. Il proprietario del resort, John Poindexter, aveva spiegato che il giudice si trovava assieme a uomini d’affari importanti nel momento del suo decesso, ma i dettagli rivelati dal Washington Post sono molto più affascinanti. Antonin Scalia infatti è morto durante l’incontro di una società esclusiva di amanti della caccia chiamata Ordine internazionale di Sant’Uberto. Questa società, che non rivela i nomi dei suoi iscritti, è stata fondata in Boemia nel 1695 dal conte Franz Anton von Spork, mentre il suo attuale gran maestro è “Sua altezza imperiale Istvan di Asburgo-Lotaringi, arciduca dell’Austria. Diversi anni fa i membri dell’Ordine internazionale di Sant’Uberto, il santo patrono dei pescatori e dei cacciatori, si erano ritrovati nello stesso ranch del Texas dove è morto Antonin Scalia, vestiti con abiti medievali per fare gare di caccia tra di loro. La sezione americana di questa associazione di cacciatori paramassonica è stata fondata nel 1966 in un club di San Francisco collegato a Bohemian Grove, Foresta Boema, una delle più società segrete degli Stati Uniti. I dettagli dei legami tra Antonin Scalia e l’Ordine internazionale di Sant’Uberto non sono stati rilevati.