carte contactless
|

Le Iene e le carte di credito clonate con il cellulare: qualche precisazione

Ieri Le Iene hanno parlato di “carte di credito a rischio” trattando delle carte di credito contactless. Secondo il programma basta una semplice applicazione per intercettare la carta. Un servizio però smentito in parte dal sito Bufale.net, frame per frame.

Il servizio inizia mostrando un esempio di come un cellulare, munito di un’apposita applicazione, potrebbe leggere i dati della carta di credito contactless. Il video inizia mostrando la tasca posteriore dei pantaloni dell’operatore, dove si nota con evidenza la presenza di un portafoglio. Il pezzo successivo, dove si testa l’applicazione, è stato ripreso in un ambiente affollato. Una volta che l’applicazione ha recuperato i dati della carta di credito contactless parte inevitabilmente l’allarmismo generale! Proseguendo, il servizio mostra l’operatore del programma che si mette in tasca la carta di credito contactless senza il portafoglio!

LEGGI ANCHE:

Bancomat e carta di credito: cosa cambia

Bufale.net ha replicato l’esperimento con un amico possessore della carta. Che succede?

guarda il video:

CARTA CONTACTLESS: PRECISAZIONI SU IL SERVIZIO DE LE IENE

Con la “Credit Card Reader NFC” si è cercato di acquisire i dati della carta di credito contenuta nel suo portafoglio. «Solo tirando fuori la carta e avvicinandola come nel servizio delle Iene è riuscito a leggerla», spiegano nel video. «L’esperimento è stato fatto anche con un Asus Zenfone 2 per una doppia verifica». Più che stagnola o portafogli schermati il sito suggerisce di attivare le notifiche via sms o mail per i movimenti bancari. Anche perché:

È più facile che sia un commesso di un negozio a rubarvi le informazioni della carta (che può capitare), o per assurdo un vostro conoscente lo faccia a vostra insaputa mentre lasciate il portafoglio incustodito (farebbe prima a fotografare fronte e retro e si allargherebbe le sue possibilità di acquisto).