Super Bowl 50, come e dove vederlo in televisione o streaming in Italia

di Redazione | 04/02/2016

Superbowl in tv

Super Bowl 50 come vederlo in televisione

Super Bowl in tv, come seguire e dove vedere la finale NFL sugli schermi televisivi italiani? Domenica 7 febbraio 2016 i Denver Broncos e i Carolina Panthers si affronteranno al Levi’s Stadium di Santa Clara, California, per aggiudicarsi la 50esima edizione del campionato della National Football League (NFL) nel famoso Super Bowl. Ad aprire l’evento sportivo più seguito per antonomasia negli Stati Uniti d’America – la media si aggira intorno tra i 90 e i 120 milioni di telespettatori – sarà Lady Gaga che intonerà l’inno nazionale; nel corso dell’intervallo, il consueto halftime show del Super Bowl, si esibiranno invece i Coldplay che intratterranno il pubblico con Beyoncè e Bruno Mars.

LEGGI > NFL e Super Bowl, come vedere il football americano in tv in Italia 

SUPERBOWL DIRETTA ITALIA IN TV

La sfida tra i Broncos e i Panthers avrà inizio alle 15 ora locale di domenica 7 febbraio, che in Italia corrisponde alla mezzanotte di lunedì 8 febbraio. In Italia Fox Sports, disponibile a pagamento nel bouquet di Sky al canale 204, seguirà in HD il Super Bowl con collegamento prepartita alle 23 e diretta dalle 00:00: l’emittente di Murdoch offrirà ai telespettatori la telecronaca in lingua originale. Repliche disponibili lunedì 8 alle 15:15 e alle 21. Non solo Fox: Mediaset Premium sul canale Premium Sport trasmetterà in alta definizione la finalissima, così come fatto in esclusiva lungo tutta la stagione di NFL per tre incontri a settimana in diretta notturna e tre in replica il giorno successivo in seconda serata, per un totale di 57 match più 10 di playoff e il Super Bowl. Collegamento dalla mezzanotte, qui il racconto sarà in italiano a cura di Gabriele Cattaneo, ma c’è anche la possibilità di ascoltare l’audio ambientale. Per gli abbonati a Sky e Premium disponibili come consuetudine le app Sky Go e Premium Play per seguire il Super Bowl in tv in diretta streaming sui dispositivi mobili.

Photocredit copertina Mike Windle/Getty Images