«Carla aveva un’altra simpatia e gli aveva detto che la loro storia era finita»

di Redazione | 02/02/2016

Carla Caiazzo

Carla Caiazzo aveva detto al compagno Paolo Pietropaolo che la loro storia era finita e per questo è finita bruciata viva? Non si dà pace la zia, che dal Centro grandi ustionati del Cardarelli attende notizie sulla sorte della nipote e racconta ciò che sa a Repubblica.

CARLA CAIAZZO, LA TRAGEDIA

«È una brava ragazza, non meritava tutto questo ». […] «Mia nipote è una ragazza onesta. E proprio per questo gli aveva chiarito che nonostante la gravidanza il loro rapporto era finito. Lei aveva un’altra simpatia e non ne aveva fatto mistero. Ma nella sua vita ha avuto solo due storie ».

Era sospettabile una reazione simile dal compagno Pietropaolo? Secondo quanto riporta la zia, l’aggressione sarebbe avvenuta dopo una semplice richiesta

«Lui le aveva chiesto in prestito l’auto. Una richiesta banale. E proprio perché non aveva nulla da temere mia nipote aveva detto di sì. Sempre con la sua macchina lui è andato a comprare l’alcol…».[…] «Era in compagnia della mamma quando sarebbe andato a procurarsi la tanica. Dopo ha restituito l’auto a Carla. Poi…poi è successo il finimondo. Nessuno poteva pensare che stesse per esplodere una tragedia simile».