La risposta di Italo Treno sullo sconto Family Day

di Redazione | 24/01/2016

Italo Treno

«Evitiamo basse dietrologie politiche su una scelta puramente commerciale». È questa la risposta di Italo Treno dopo le polemiche per gli sconti Family Day. L’azienda di Montezemolo, Della Valle e Gianni Punzo era finita al centro del ciclone per aver proposto una riduzione del biglietto a chi andasse al Family Day per protestare contro le unioni civili. La notizia era stata pubblicizzata dalla pagina Facebook del comitato “Difendiamo i nostri figli”, che annunciava una riduzione del 30% sulle prenotazioni con il codice Family30. Se Trenitalia ha smentito immediatamente l’iniziativa specificando che «Non siste alcuna offerta dedicata al Family Day», ma che «Esistono da tempo offerte dedicate a gruppi», Italo è rimasto in silenzio. Almeno fino a quando sono partite le proteste online e la promessa di boicottaggio, che l’azienda ha affrontato così:

Ciao a tutti,
ci tenevamo a comunicare a tutti voi che Italo ha un sistema commerciale in base al quale offre convenzioni a chiunque le chiede e che può garantire una certa mole di traffico. Tutte alle stesse condizioni . Ne facciamo ogni giorno e con ogni tipo di organizzazione e associazione in occasione di eventi musicali, sportivi e sociali, senza fare scelte nè ideologiche nè di appartenenza, ma nel solo e ovvio rispetto della legge.
Italo è un’azienda sul mercato e queste convenzioni sono spesso per noi anche uno strumento commerciale molto utile e redditizio per i conti aziendali.
Evitiamo basse dietrologie politiche su una scelta puramente commerciale.

(Photocredit copertina: Facebook/Italotreno)

TAG: Family day