Choc a Fiumicino: coltellate tra tassisti per un cliente

di Redazione | 14/01/2016

Uberpop

Fiumicino, choc fra i turisti in arrivo al terminal 3, dove due tassisti che si contendevano una corsa sono arrivati alle armi. Ne ha parlato Il Messaggero in edicola oggi, che ha raccontato della vicenda. Secondo quanto riportato, infatti, i due avrebbero litigato per il posto in fila in attesa dei clienti. A un tratto sarebbe spuntato un taglierino e uno dei due uomini sarebbe rimasto ferito alla guancia in modo profondo, tanto che è stato necessario trasportarlo all’ospedale San Camillo di Roma. Ecco cosa racconta il quotidiano in un pezzo a firma Polisano

La gara all’ultimo cliente finisce nel sangue all’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino. Un tassista ha aggredito al volto un collega, molto probabilmente con un taglierino. È successo ieri pomeriggio agli arrivi internazionali del Terminal 3. Sotto gli occhi attoniti di turisti e passeggeri, la contesa di un posto nella fila delle auto in attesa è degenerata: uno degli autisti ha ferito al viso il rivale. Un taglio profondo alla guancia sinistra e al labbro superiore. L’uomo è stato prima medicato al pronto soccorso dello scalo romano, e poi all’ospedale San Camillo di Roma, dove i medici gli hanno riscontrato lesioni compatibili con un’arma da taglio.

Secondo la ricostruzione dei fatti, uno dei due avrebbe sorpassato l’altro in fila

Uno si è avvicinato all’altro affrontandolo testa a testa per sfida. Poi dalla tasca è spuntato fuori qualcosa. Un coltellino di quelli multiuso o forse un taglierino che ha sfregiato il viso di Marco V., 42 anni, titolare regolare di licenza taxi rilasciata dal Comune di Roma. Gli inquirenti stanno concentrando qui la loro attenzione. Ci sarebbe, infatti, un giallo sull’arma utilizzata. Sottoposto a diverse ore di interrogatorio, D.G., 60 anni, l’aggressore, non ha consegnato l’oggetto con cui ha colpito il collega.