aggressioni capodanno colonia
|

Aggressioni di Capodanno, il drammatico e (fin troppo) dettagliato rapporto della polizia di Colonia

Aggressioni Capodanno Colonia

il rapporto del ministero degli Interni del Bundesland Nordreno-Vestfalia permette di ricostruire nel dettaglio le centinaia di reati segnalati alla polizia durante l’ultima notte del 2015 nella metropoli tedesca. Nelle piazze antistanti il Duomo così come la stazione di Colonia più di un migliaio di persone in maggioranza provenienti dall’Africa settentrionale hanno dato l’assalto a centinaia di donne, toccandole nelle parti intime e derubandole. Un protocollo della vergogna che Bild Zeitung ha pubblicato integralmente.

AGGRESSIONI CAPODANNO COLONIA NRW

La direzione della polizia di Colonia ha composto un rapporto di oltre 50 pagine per il ministero degli Interni del Nordreno-Vestfalia. Il documento, indirizzato alla presidente del parlamento statale del NRW, permette d conoscere nel dettaglio le centinaia di aggressioni di Capodanno verificatesi a Colonia. L’inizio dell’ultima notte del 2015 inizia in modo problematico nella più grande città del NRW: in due luoghi centrali della metropoli renana, la piazza del più celebre Duomo della Germania e la piazza antistante la stazione si ammassano tra le 400 e 500 persone. Sono uomini di età tra i 15 e i 35 anni, in grande provenienza provenienti da Paesi nordafricani. Parlano in arabo tra di loro, e come rimarca il rapporto della polizia l’evidente abuso di sostanze alcoliche – in diversi casi segnalato anche il consumo di marijuana – ha fatto perdere ogni inibizione. Decine di persone sparano i petardi contro le persone.

aggressioni capodanno colonia

Sono le 21, e la polizia fa il suo primo intervento per stabilizzare la situazione già alle 21,30 nella piazza della stazione, ripetuto alle 22. In piazza del Duomo il raggruppamento dei giovani arabi e nordafricani aumenta fino a superare le mille persone, e la situazione diventa più aggressiva. La polizia sgombra le due piazze dopo le 23, dopo che la situazione era diventata sempre più tesa e aggressiva. Dopo la mezzanotte piazza del Duomo e piazza davanti alla Stazione vengono bloccate, e sembra prevalere la calma così che verso mezzanotte e mezza i due luoghi ritornano accessibili al pubblico. Intorno all’1 i poliziotti presenti nelle strade ricevono le prime segnalazioni da donne in lacrime. Diverse ragazze lamentano di essere stata assaltate da gruppi di giovani che parlavano tra di loro in arabo, di esser state insultate e minacciate anche in tedesco, e di esser stata molestate sessualmente, così come derubate. Come cita il protocollo della polizia alle 00.50

Numerose donne molestate in piazza del Duomo. Tutte hanno subito tentativi di penetrazione delle loro vagine con le dita, non riusciti perchè indossavano calze. Una donna molestata ha subito la penetrazione con le dita. Alle donne sono state derubati denaro, carte di identità, iPhone e carte di credito.

AGGRESSIONI CAPODANNO COLONIA

All’1 e 20 la polizia di Colonia interviene per fermare le numerose aggressioni segnalate nei minuti precedenti, che stanno procedendo. Una massa di più di mille persone, in prevalenze Nafri, il termine con cui le forze dell’ordine indicano i nordafricani, stanno assaltando centinaia di donne. Gli agenti intervengono compiendo i primi arresti – un indiziato viene fermato mentre sta ripetutamente palpando una donna nelle parti intime nella piazza della stazione alle 4 – e numerosi controlli delle identità. La maggior parte degli uomini si dichiara richiedente asilo in Germania, e pochi hanno documenti per verificare le loro dichiarazioni. La polizia di Colonia non chiede però rinforzi, una scelta duramente criticata dal ministero dell’Interno del NRW. Gli agenti, 140 all’inizio e poi aumentati con l’arrivo di personale da altri luoghi della città, non erano in grado di fermare un numero di assalitori di gran lunga superiore. Numerosi poliziotti sono stati inoltre incaricati di accompagnare le donne in stazione per proteggerle da eventuali aggressioni. Sulla piazza circostante la stazione, dove si concentra la maggior parte delle aggressioni, la polizia compie 71 controlli di identità, rileva 32 reati e compie 4 arresti. Una mole di operazioni decisamente inferiore rispetto ai 1287 chiamate di emergenza ricevute nel corso del Capodanno
Dopo le 4 la situazione si stabilizza. La polizia redige un protocollo delle segnalazioni delle aggressioni ricevute, di cui proponiamo alcuni estratti.

3.40, piazza del Duomo. Un gruppo di 20 uomini, nordafricani, tengono ferma una donna molestata e la molestano nella parte anteriore del corpo. Strappata la borsa con dentro denaro contante.
1.30, piazza davanti alla stazione. Ho attraversato con la mia fidanzata un gruppo di 50 persone. Lei è stata toccata sul cavallo e sul sedere. Non è stato rubato nulla.
1.45 Tre donne molestate. Sono state circondate da un gruppo di nordafricani. Sono state sul cavallo, sul petto e lungo i pantaloni. Le è stato sottratto il cellulare. Tentato il furto della borsa.
0.30 Due donne molestate sono state circondate alle porte di ingresso della stazione centrale e sono state toccate nelle parte genitali così come sono state inserite dita nelle loro vagine.
00.57 Cinque donne e un uomo sono stati fermati nella piazza davanti alla stazione centrale da un gruppo di 30-50 persone del Sud (Africa o Paesi arab), le donne sono state ripetutamente molestate, all’uomo è stato sottratto il telefono cellulare.

Photo credit: Sascha Schuermann/Getty Images)