inverno neve italia
|

Meteo: vi è piaciuta la primavera d’inverno? Ora arriva il gelo

Il tempo è strano, e questo lo vediamo tutti: abbiamo avuto un autunno col sole e un inverno, fino a qui, scarso di precipitazioni. Il che può anche far piacere, di primo acchitto, e però è chiaramente disorientante. Dovrebbe far freddo, piovere di più, insomma, dovrebbe essere inverno: e invece abbiamo avuto un clima primaverile insolito, negli ultimi mesi. Bene, c’è da sperare che tutti ce lo siamo goduto fino in fondo, perché le previsioni dimostrerebbero che il sole se ne sta per andare.

LA PRIMAVERA DI INVERNO E’ FINITA, ARRIVA IL GELO DA GIOVEDÌ

In arrivo già in settimana, a partire da giovedì, il gelo artico investirà la nostra penisola. I servizi di previsione meteorologica lo confermano.

Per la seconda parte della settimana l’evoluzione rimane ancora incerta: giovedì è atteso il passaggio di un’altra perturbazione nord atlantica, per la quale resta ancora da definire l’esatta traiettoria (al momento la più probabile è quella che vede un coinvolgimento del Centro e solo marginalmente del Nord). A partire dal fine settimana, invece, si profila l’irruzione di aria gelida da nordest, di origine artico continentale, quindi la prima vera ondata di freddo della stagione sull’Italia, i cui eventuali effetti in termini di precipitazioni sono ancora tutti da valutare.

 

Così il centro Epson Meteo; concorda ilMeteo.it che anticipa anche l’arrivo di temperature siberiane, crollo della colonnina di mercurio nelle ore notturne e neve, persino in pianura in alcuni sporadici casi.

LEGGI ANCHE: Perché ha fatto così caldo quest’inverno

Dal 15-16 gennaio inizieranno ad affluire correnti via via più fredde sulla nostra Penisola che diverranno gelide dal 17-18 gennaio. A tutt’oggi l’ingresso di venti forti freddissimi non sarebbe accompagnato da nubi foriere di nevicate fino in pianura, se non a livello locale, e soprattutto sul Centro-Sud adriatico, quindi Abruzzo, Molise e Puglia, soprattutto nella giornata di Domenica 17 gennaio. Le temperature subiranno una repentina diminuzione, con valori che giorno a stento supereranno i 2-4° al Nord, di notte le Alpi toccheranno i primi -25° e di giorno vivranno giornate di ghiaccio con valori sempre sotto lo zero. Temperature notturne che al Nord scenderanno di 4/7° sotto lo zero, 1/2° sotto lo zero anche al Centro, di pochissimo sopra lo zero al Sud.

 

 

Anche 3BMeteo dettaglia lo sviluppo del tempo: il freddo inizierà ad arrivare innanzitutto dalle regioni settentrionali, per poi estendersi piano piano a quelle meridionali.

La bassa pressione porterà così un peggioramento del tempo. Le miti correnti simil primaverili saranno spazzate via a partire dalle regioni settentrionali. Le temperature subiranno una prima generale diminuzione con queste che rientreranno nelle medie del periodo. Nel fine settimana l’azione concomitante dell’alta pressione sul Regno Unito e del movimento verso sud est della bassa pressione richiamerà dell’altra aria ancor più fredda dall’Est Europa. Le temperature subiranno così un ulteriore sensibile diminuzione. Questa ultima evoluzione, che sembrerebbe prediligere soprattutto il Sud e le Adriatiche, presenta ancora una bassa attendibilità

 

TAG: Inverno