Siria, un raid russo uccide (almeno) 8 bambini e un insegnante

di Redazione | 11/01/2016

A darne notizia sono stati gli attivisti dell’Osservatorio siriano per i diritti umani. Nel corso di un raid un aereo russo ha ucciso almeno 8 bambini e un insegnante che si trovavano in una scuola di Andschara, nella provincia di Aleppo. I feriti sarebbero almeno 20.

 

LEGGI ANCHE: Quanti sono i morti civili provocati dai bombardamenti della Russia in Siria

 

SIRIA, CIRCA 2.300 VITTIME DEI RAID RUSSI DAL 30 SETTEMBRE

Andschara è una città tenuta dai ribelli che si oppongono al regime di Bashar al Assad e si trova nella parte occidentale della provincia di Aleppo. Secondo le informazioni diffuse sarebbero rimasti vittima degli scontri in queste ore anche altri tre bambini, rimasti vittima dei razzi lanciati dai ribelli. Il bilancio continua ad essere grave. Solo sabato hanno perso la vita in seguito ad un raid russo ben 57 persone, nel nord-ovest della Siria. Tra loro molti combattenti dell’organizzazione terroristica islamica al-Nusra, ma anche prgionieri e civili.

Secondo gli attivisti dell’Osservatorio siriano per i diritti umani i raid russi hanno ucciso complessivamente finora, in poco più di tre mesi, circa 2.300 persone, tra cui almeno 792 civili. I bombardamenti ordinati da Mosca sono cominciati lo scorso 30 settembre.

(Foto di copertina: Izzet Mazi / AA / ABACAPRESS.COM)

TAG: Siria