Ashley OIsen, vicini alla svolta del giallo di Santo Spirito?

di Redazione | 11/01/2016

ashley olsen

Ashley Olsen, potrebbe essere vicino alla svolta il giallo di Santo Spirito, quartiere dell’Oltrarno fiorentino in cui la 35enne americana viveva prima di essere trovata sul suo letto senza vita dopo essere stata vista per l’ultima volta dalle amiche nella notte fra il 6 e il 7 gennaio.

ASHLEY OLSEN, VICINI ALLA SVOLTA DEL GIALLO DI SANTO SPIRITO?

La Nazione riporta le ultime notizie.

Il giallo dell’omicidio di Ashley Olsen potrebbe trovare presto una svolta importante. C’è attesa, infatti, per l’esame autoptico sulla donna, 35enne americana, trovata sul letto senza vita, nella sua abitazione nel quartiere di Santo Spirito, in via Santa Monaca 3, nell’Oltrarno fiorentino. Un luogo in cui amava vivere. L’autopsia dovrebbe svolgersi oggi, lunedì 11 gennaio e potrebbe rivelarsi fondamentale per stabilire l’ora esatta della morte dell’artista e quindi per orientare ancora meglio le indagini della squadra mobile fiorentina. Altre indicazioni preziose verranno dai filmati delle numerose telecamere poste nei pressi dell’appartamento della donna, così come elementi interessanti potrebbero arrivare dall’esame del computer trovato nell’abitazione. Al momento, tra gli investigatori della polizia sembra che si stia facendo largo l’ipotesi di un omicidio d’impeto, non premeditato, maturato in un contesto in evoluzione, forse una discussione.

 

Un “delitto d’impeto” quello che avrebbe coinvolto la giovane ragazza americana trapiantata a Firenze.

Anche per stabilire questo, però, sarà decisiva l’autopsiaprevista domani all’istituto di medicina legale di Firenze. In base alle prime ricostruzioni, Ashley non avrebbe lottato con l’aggressore e potrebbe esser stata uccisa anche con l’aiuto di un oggetto presente in casa, forse una catenina.  Le ecchimosi, quei graffi sul collo della ragazza indicano che qualcuno l’ha strangolata, forse con un laccio, forse con le sue stesse mani. Firenze e la comunità americana, la vasta comunità Usa della città sono sconvolti. Non ci sarebbero segni di scasso nell’appartamento che Ashley aveva affittato. E non ci sarebbero segni di violenza sessuale. Una morte senza un perché.