Incensurato.info, il sito stranamente simile a Senzacensura.eu (che istigava al razzismo)

di Redazione | 08/01/2016

Bufale un tanto al chilo ci segnala Incensurato.info, un sito nato a fine 2015 stranamente simile, nei contenuti, al famigerato Senzacensura.eu, sito chiuso proprio nel 2015. Ricorderete tutti la notizia

Un ventenne di Caltanissetta è stato denunciato per istigazione alla discriminazione razziale perché pubblicava false notizie di crimini compiuti dagli immigrati per lucrare alle spalle dei razzisti ansiosi di condividere qualsiasi cosa contribuisca a dipingere gli immigrati come il male.

Quel ventenne aveva poi ammesso di aver fatto tutto quel che aveva fatto per guadagnare soldi. Non per razzismo, per odio o via dicendo: per soldi. Il sito venne chiuso, il ragazzo chiese scusa, e sembrava finita là. Eppure.

INCENSURATO.INFO, IL NUOVO SENZACENSURA.EU?

Invece nel web ha iniziato a farsi strada un nuovo sito di bufale razziste, incensurato.info, che riporta articoli del tutto simili a quelli di Senzacensura.eu. Nel disclaimer c’è scritto chiaramente che le notizie possono essere totalmente false e addirittura servono

completamente inventate dall’autore ai fini

di aumentare le visite di Incensurato.info

 

incensurato.info

Fin qui, forse, un emulatore come direbbero in Csi. Qualcuno che aveva talmente amato il lavoro di Gianluca Lipani (questo il nome del ragazzo siciliano autore di Senzacensura.eu) da voler non solo “copiare” il suo stile, ma in grado persino di usare la stessa pagina Facebook di Lipani, come segnala Noemi Jane Urso su Butac. Sarà stato un hacker a entrare nella sua pagina? Proviamo a fare il whois del dominio Incensurato.info (cioé la ricerca per conoscere i dati di chi lo gestisce), ma questi sono stati nascosti attraverso questo servizio

Seguire il denaro

E allora come facciamo? Come dice la regola giornalistica più citata da Hollywood, follow the money – seguiamo i soldi – per capire sin dove questo fan, “riba pagine facebook”, emulatore amante della privacy sia sia spinto. E come si seguono i soldi di un sito web? Guardando a chi vanno i soldini della pubblicità. E come si fa? Si cerca il codice univoco di Google Adsense chiamato id-pub, che collega le pubblicità e i codici sul sito all’account relativo che guadagnerà i soldi di quelle pubblicità. Il codice si trova su ogni pagina del sito, e si trova nel source. Prima sorpresa: nel source di Incensurato compare questo codice

incensurato.info

 

Ma c’è scritto Senzacensura.eu! Vediamo nel dettaglio (potete verificare scrivendo view-source:http://incensurato.info/ in chrome, anche se non sappiamo quanto durerà online) (abbiamo salvato la pagina per ogni evenienza)

incensurato.info

 

Sarà stata una svista casuale. In fondo censura di qua e censura di là, si fa presto a confodersi. Per sicurezza cerchiamo allora il codice univoco pub 8070811326297580… incredibile! Anche Google fa parte del complotto e ci rivela che quel codice era associato all’account pubblicitario Google da cui Senzacensura.eu traeva il suo sostentamento

incensurato.info

Quindi i soldi della pubblicità di Incensurato.info finiscono nello stesso account di Senzacensura.eu. Insomma, un ruba pagine facebook, emulatore e fan molto molto generoso.