Quarto, la disattenzione grillina e il pasticciaccio brutto dell’impresa segnalata dall’anticorruzione

di Redazione | 08/01/2016

quarto movimento 5 stelle

Anche l’Autorità nazionale anticorruzione di Cantone ha acceso i riflettori su Quarto, comune a 5 stelle. Per un “errore” della amministrazione capitanata dal sindaco Rosa Capuozzo.

LEGGI ANCHE: Beppe Grillo e le domande che non ha fatto su Quarto

Spiega Guido Ruotolo su La Stampa:

La vicenda riguarda una gara d’appalto per la manutenzione straordinaria dell’acquedotto e della fognatura, aggiudicata per tre anni all’Ati (Associazione temporanea d’impresa) che vede come capogruppo la “fradel Costruzioni So. Coop”.
Il 19 novembre scorso, l’Avvocatura dello Stato notifica al Comune di Quarto che il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso rigettando la decisione del Tar che aveva annullato l’interdittiva antimafia che gravava contro la “Fradel”.
Secondo la legge il Comune di Quarto avrebbe dovuto bloccare subito, lo stesso 19 novembre, l’appalto. E invece il sindaco ha fatto finta di nulla. Solo dopo l’interrogazione parlamentare di Rosaria Capacchione, il 22 dicembre, ha riunito la giunta comunale per approvare la prosecuzione dell’appalto triennale di gestione del servizio idrico fognario (valore 2.744.145 euro).

(in copertina ANSA / CIRO FUSCO)