roma assenteisti macchinisti atac
|

Roma, non solo vigili: record assenteisti a Capodanno per i macchinisti

Altro che vigili municipali. A Roma, per Capodanno, il record di malati è tra i macchinisti Atac. Riporta il Messaggero:

Stavolta niente scioperi bianchi o certificati di malattia facili. A rallentare il servizio della metropolitana, nella notte di San Silvestro, sono stati la carenza di volontari e l’alto numero di macchinisti che ha deciso di rifiutare gli straordinari, nonostante l’accordo sul compenso extra raggiunto in settimana dall’Atac con le organizzazioni sindacali. Nel dettaglio, nel turno della notte di Capodanno sulla linea A della metropolitana hanno lavorato 10 macchinisti sui 24 previsti, mentre sulla linea B hanno lavorato in 6 sui 18 previsti dai turni. Meno della metà, quindi, anche se a evitare la paralisi è stato l’utilizzo inferiore alle aspettative della metropolitana: gran parte dei romani scesi in strada a San Silvestro lo ha fatto con mezzi propri.

LEGGI ANCHE: Piove a Roma: ecco cosa significa per lo smog

Nel dettaglio…

Non sono mancate però le ripercussioni sul servizio di trasporto programmato. Sulla linea B – quella che passa al Circo Massimo, sede del concertone di Capodanno – nelle ore notturne hanno circolato 6 treni (su 18 previsti) con frequenze di passaggio intorno ai 15-20 minuti. Sulla metro A erano invece in servizio 10 treni (sempre su 18 previsti) con il passaggio di ogni convoglio, in media, ogni 11-13 minuti. Le cause, a quanto si apprende, sono state qualche macchinista malato, qualcuno che ha rifiutato gli straordinari e soprattutto la mancanza di volontari. Per la metro A si sono offerti solo in 4, sulla linea B solo in 2. Per ovviare alla mancanza di personale l’Atac ha messo in campo i capi deposito, abilitati a condurre i mezzi. Gli altri che hanno lavorato erano macchinisti che avevano il turno la mattina e che sono stati spostati alla notte, riducendo però la frequenza delle corse nelle prime ore del servizio regolare di ieri mattina. Meglio è andata, invece, per il trasporto pubblico di superficie.

(in copertina foto ANSA/ FABIO CAMPANA)

TAG: Atac, Atac Roma