capodanno 2016 roma vigili
|

Capodanno 2016 a Roma, mancano i vigili

Chi l’avrebbe mai detto? Per il Capodanno 2016 a Roma mancano i vigili: sembra pronta la riedizione del dramma dell’anno scorso in cui i caschi bianchi della polizia locale romana in massa disertarono la Notte di San Silvestro: da calendario giorno festivo, è necessario che i vigili si offrano volontari con una buona indennità di straordinario, già messa a bilancio. Eppure, numeri alla mano, ci sono molte meno disponibilità di quante sarebbero necessarie.

CAPODANNO 2016 ROMA, NIENTE VIGILI NELLE STRADE?

Racconta tutto il Messaggero nella Cronaca di Roma.

Francesco Paolo Tronca, il commissario del Campidoglio, alle prese con una situazione per nulla rassicurante tanto da costringerlo, lui sì, agli straordinari: la Vigilia l’ha passata a Palazzo Senatorio fino alle 8 e mezza di sera, stesso discorso, ieri, per Santo Stefano. Deve evitare infatti i botti di Capodanno con le strade senza vigili. Come nel 2014. Il conto è già partito: siamo a 300 ne servono quasi il quadruplo. D’altronde la pernacchia, diceva l’immortale vigile Otello Celletti alias Alberto Sordi, «offende chi la riceve e non chi la fa». E così anche quest’anno i pizzardoni romani potrebbero replicare lo sberleffo nei confronti di concittadini, turisti e fedeli che affolleranno le strade della Capitale la notte di San Silvestro per il concertone (preso per i capelli all’ultimo minuto dopo l’iniziale «no» di Tronca). E allora ecco un altro ammutinamento del casco bianco. Come? Con la diserzione in massa dei turni del 31 dicembre. L’anno scorso si presentarono in servizio 165 vigili sui circa mille previsti. Quest’anno, con numeri leggermente superiori, potrebbe andare in onda un remake dello stesso film.

 

Perché sta andando di nuovo così?

LEGGI ANCHE: Concerto di Capodanno 2016 a Roma: si farà

I sindacati dei vigili offrono spiegazioni di diverso tenore: chi parla di scelta politica dei caschi bianchi, chi semplice motivazione logistica.

Il piano predisposto dal Campidoglio infatti prevede che tra il 31 notte e il 1 gennaio lavorino 1.120 agenti della Polizia locale, tutti inseriti in turni straordinari come volontari per controllare le aree del Concertone al Circo Massimo e dei 4 eventi programmati in periferia. Il 22 dicembre scorso si è perfino trovata un’intesa sul compenso extra da distribuire ai vigili: 15 euro l’ora ad agente (300mila euro in totale). Il problema è che, al momento, a farsi avanti sono stati poco più di 300. «Meno del 30% dei posti previsti», secondo le prime stime dell’Organizzazione sindacale della polizia locale. Il rischio, a meno 4 giorni dall’evento, è che ci sia un’altra defezione di massa. Per Stefano Lulli, segretario romano dell’Ospol, «tra gli uomini del Corpo però c’è ancora molto scontento per la questione della riforma delle indennità accessorie in busta paga». Secondo Giancarlo Cosentino (Cisl-Fp) le difficoltà per la notte del 31 invece sarebbero «principalmente organizzative. L’intesa è arrivata tardi, molti hanno prenotato le ferie».