Volo Mauritius – Parigi, arrestata una coppia di passeggeri

di Redazione | 21/12/2015

parigi - mauritius air france

Continua l’inchiesta in Francia per il caso dell’aereo Mauritius – Parigi costretto ad un atterraggio di emergenza dopo il decollo per un “oggetto sospetto” notato da una hostess: si trattava di un pacco composto da un involucro di carta e cartone e un timer, del tutto inoffensivo ma sufficiente a far prendere la decisione di far atterrare l’aereo. La stampa francese informa che nell’ambito dell’inchiesta, per ora ancora contro ignoti, sono stati arrestati due passeggeri.

VOLO MAURITIUS – PARIGI, ARRESTATA UNA COPPIA DI PASSEGGERI A PARIGI

Si tratterebbe di un uomo e una donna, quest’ultima sarebbe stata rimessa in libertà dopo il fermo. Le Figaro riassume la situazione.

Air France ha sporto denuncia contro ignoti per attentato alla vita altrui, dopo la scoperta di un oggetto, in finale rivelatosi inoffensivo, che ha costretto il volo AF 463 ad atterrare d’urgenza a Mombasa, in Kenya. La denuncia è stata depositata al tribunale di Bobigny, a Seine-Saint-Denis. Un’inchiesta è stata aperta dal procuratore della Repubblica su istanza della società.

Si apprende in mattinata che la polizia di frontiera ha fermato una coppia di passeggeri al loro ritorno a Parigi – e d’altronde l’inchiesta aveva “presto accertato” che “l’ordigno non poteva che essere stato disposto che da un passeggero”, visto che l’aereo era stato ispezionato prima della partenza “senza che nulla di anormale venisse trovato” . “L’uomo”, continua le Figaro, “sarebbe un ex poliziotto de la Reunion.