concerto capodanno 2016 roma negramaro litfiba
|

Concerto di capodanno 2016 a Roma: si farà

I cittadini non perderanno il concerto di capodanno 2016 a Roma: il tradizionale evento si terrà e sarà portato a termine anche l’impegno preso dalla giunta di Ignazio Marino per quattro eventi di inizio anno nelle periferie della città. Il commissario della capitale Francesco Paolo Tronca ha avuto un colloquio, e rassicurazioni, dal ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini: il comune non è solo, e c’è il modo di trovare sponsor che coprano tutti i costi.

CAPODANNO A ROMA, IL CONCERTO SI FARÀ

Si parlava di Francesco de Gregori: sembra che il principe non ci sarà. I nomi sono altri.


Si farà. Le location sono due: Circo Massimo o piazza del Popolo. Anche se in generale le incognite per il Capodanno in centro sono molte. Il tempo e la vertenza dei dipendenti comunali continuano a essere pessimi alleati. Il pacchetto “31 dicembre” è sul tavolo del commissario straordinario Francesco Paolo Tronca, costretto a un ripensamento, dopo la mobilitazione bipartisan e di Palazzo Chigi «per non spegnere Roma». Ci saranno dunque i quattro mini eventi in periferia e soprattutto il concertone in centro. Il Governo è sceso in campo: ieri il titolare della Cultura Dario Franceschini e il commissario Francesco Paolo Tronca si sono sentiti e il ministro ha ribadito la sua disponibilità a collaborare affinché la Capitale non perda la sua festa. Al momento, a due settimane dall’evento, non c’è alcun bando (gli uffici stanno studiano soluzioni alternative). Informalmente sono stati avviati contatti con i Negramaro e con i Litfiba.

La città si è mobilitata per garantire che alla Capitale non mancasse il suo evento di inizio anno.

LEGGI ANCHE: Capodanno a Roma, pericolo per il concerto? 

 L’evento, assicurano dal Comune, sarà a costo zero per le casse capitoline. Un aiuto economico dovrebbe arrivare dalla Camera di Commercio di Roma che oggi nella riunione della giunta si appresta ad ufficializzare 150 mila euro come contribuito per l’evento musicale. Anche Terna è pronta a sostenere l’iniziativa. Assomusica è già con lo sguardo all’ultimo giorno del calendario: «Ci aspettiamo tantissima gente per il Concerto di Capodanno a Roma – chiude il numero uno di Assomusica – e invitiamo il pubblico ad agevolare il lavoro degli operatori perché l’evento sia un grande momento di festa per salutare il nuovo anno tutti insieme». Il deputato renziano Michele Anzaldi porta a casa il risultato e parla di ottimo gioco di squadra tra Governo, parlamentari ed ex consiglieri.  Il gruppo uscente del Pd continua il pressing su Tronca: «Non c’è alcun bisogno di prendersi responsabilità in solitudine, ci dica quale piazza può essere disponibile e ci attiveremo per gli sponsor». Di fatto la colletta è pronta a partire.

La novità di quest’anno saranno gli eventi nelle periferie: ai quattro capolinea della metro (Battistina, Anagnina, Rebibbia e Laurentina) ci saranno altrettanti eventi per i quali è già stata garantita l’assegnazione provvisoria.

 Per Battistini, l’area complesso sportivo le Cupole, il primo classificato è l’associazione culturale e artistica Kipling Academy, che si occupa di musica classica.  Per Laurentina (viale dell’Areonautica) ha vinto l’associazione culturale Ondadurto Teatro. Davanti alla stazione di Rebibbia ci sarà il dj set dell’associazione Alcatraz. Il Capodanno di Anagnina, infine, sarà nelle mani della Flyer Communication.