In Spagna arrestato un camorrista-cameriere

di Redazione | 17/12/2015

sparatoria ponte di nona

Trafficante di droga e cameriere. Sono le due attività svolte da un 44enne napoletano arrestato in Spagna, a Valencia, doveve viveva sotto falso nome. Si tratta di Pasquale Brunese, di San Giorgio a Cremano, ritenuto contiguo al clan camorristico De Luca-Bossa, latitante da 7 anni. L’uomo è stato individuato dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli e catturato in collaborazione con le autorità locali iberiche.

 

LEGGI ANCHE: Camorra, nuovo colpo ai Casalesi: 24 arresti, sequestrato un centro commerciale

 

CAMORRISTA-CAMERIERE, ERA LATITANTE DAL 2008 –

I militari hanno trovato Brunese nel ristorante ‘A mi manera’, a pochi metri dal mare. A Valencia il camorrista aveva trasferito tutta la famiglia. Il clan dei De Luca-Bossa è attivo nell’area orientale di Napoli e nell’immediato hinterland del capoluogo campano. Brunese era ricercato dal settembre 2008 e sfuggiva all’esecuzione di un ordine di carcerazione della Procura generale di Milano, perché condannato a 9 anni e 9 mesi di reclusione per traffico di stupefacenti, falso e ricettazione. Ora si trova in carcere in Spagna, in attesa di estradizione.

TAG: camorra