Perché l’uovo kinder è vietato negli Stati Uniti

di Redazione | 17/12/2015

Le uova Kinder prodotte dalla Ferrero non possono essere commercializzate negli Stati Uniti perché le sorprese che contengono sono considerate pericolose per i bambini con meno di 3 anni.

kinder

LE UOVA KINDER VIETATE NEGLI STATI UNITI –

A impedire la commercializzazione delle uova Kinder negli Stati Uniti è la presenza al loro interno di un «oggetto non commestibile incorporato» che potrebbe essere ingerito dai bambini con meno di 3 anni, causandone il soffocamento. Per questo nel 1997 la
Consumer Product Safety Commission, la commissione federale per la sicurezza dei  prodotti di consumo dispose il sequestro di 15.000 ovetti. La Ferrero all’epoca approvò l’iniziativa ricordando che il prodotto da anni è distribuito legalmente in ben 90 paesi, Italia compresa, ma solo per i bambini di tre anni e oltre, aggiungendo che l’azienda non esporta negli Stati Uniti e che intende perseguire chi lo faccia, com’era nel caso del sequestro.

LEGGI ANCHE: La bufala del contrabbando di ovetti Kinder in America

LA POSIZIONE DELLA FERRERO –

La questione della potenziale pericolosità dei piccoli giocattoli per i bambini è stata risolta in Europa inserendoli in contenitori a prova di treenne, come i famosi ovetti gialli che custodiscono le sorprese, ma l’involucro non li protegge più una volta assemblati e abbandonati per casa, dove in teoria possono diventare pericolosi. Per parte sua l’azienda si fa forte di una statistica che finora non ha ancora registrato una vittima dopo milioni e milioni di uova Kinder vendute in tutto il mondo. L’esistenza del divieto è spesso stata usata come paragone per sottolineare come negli Stati Uniti si riesca a vietare in quanto pericolosi oggetti del genere, ma quando s’arriva a discutere della messa al bando delle armi d’assalto non c’è consenso nel considerarle pericolose.