Il dibattito repubblicano tra Donald Trump show e guerra all’ISIS

di Redazione | 16/12/2015

Donald Trump dibattito

Donald Trump

è stato un po’ meno protagonista rispetto al solito nel quinto dibattito tra i candidati repubblicani alla presidenza degli Stati Uniti. Il tema dominante del confronto TV sono stati il terrorismo islamico e la lotta all’ISIS, tornati d’attualità dopo gli attentati di Parigi e la strage di San Bernardino, in California.

DONALD TRUMP DIBATTITO REPUBBLICANO

– A Las Vegas si è svolto il quinto confronto televisivo tra gli aspiranti alla nomination Gop per la Casa Bianca. Organizzato dalla CNN, il dibattito si è svolto tra i nove candidati in testa nei sondaggi nazionali, guidati da ormai molti mesi da Donald Trump. Il miliardario e noto volto della TV statunitense è stato meno dominante rispetto ai precedenti confronti televisivi, e come di consueto ha ricevuto attacchi da praticamente tutti i suoi avversari. I candidati hanno discusso in prevalenza di politica estera, tema tornato prioritario nella politica americana dopo le ultime tragedie legate al terrorismo verificatesi nelle settimane scorse. Dopo gli attentati di Parigi e la strage di San Bernardino Donald Trump aveva chiesto di vietare l’ingresso negli Stati Uniti a persone di fede islamica. La proposta è stata vigorosamente criticata, e Jeb Bush ha domandato all’immobiliarista leader nei sondaggi di non insultare la presidenza con i suoi costanti attacchi denigratori. Donald Trump ha risposto con il consueto sarcasmo agli attacchi dell’ex governatore della Florida, ma gradualmente è apparso spegnersi nel corso del dibattito. Il suo primato demoscopico rimane indiscusso, per il momento, e il suo consenso è cresciuto dopo il ritorno del terrorismo al centro dell’agenda politica. La graduale eclissi dell’altro candidato anti establishment, Ben Carson, ha spinto ancora più verso l’alto i consensi di Donald Trump.


LEGGI ANCHE

Donald Trump, il miliardario più popolare d’America alla conquista della Casa Bianca
Donald Trump vuole vietare gli Stati Uniti ai musulmani
Repubblicani, nel terzo dibattito Marco Rubio e Ted Cruz oscurano il Donald Trump show

DIBATTITO REPUBBLICANO: GLI ALTRI CANDIDATI

– Donald Trump non aveva bisogno di emergere in questo dibattito televisivo, e sembra difficile che il nuovo confronto TV possa per il momento modificare la traiettoria delle primarie repubblicane. Oltre a un Jeb Bush più vivace e convincente, anche se certo lontano da una performance capace di resuscitare una campagna in grande difficoltà, si è notata l’attenzione di Ted Cruz nei confronti di Marco Rubio. Il senatore della Florida è stato più volte criticato per le sue posizioni lontane dall’ortodossia repubblicana dal suo collega del Texas, e benchè Rubio abbia ancora una volta dimostrato il suo talento verbale la sua immagine potrebbe essere stata colpita. Negli ultimi 5 mesi le primarie repubblicane sono state dominate dalla figura di Donald Trump, ma se la sua candidatura si indebolisse quando le operazioni di voto inizieranno tra circa un mese e mezzo, come già successo in passato a chi guidava i sondaggi, Ted Cruz e Marco Rubio sembrerebbero i favoriti per ereditarne il primato repubblicano. Al di là di alcuni buoni momenti, gli altri candidati, in particolare Ben Carson, sono rimasti prevalentemente sullo sfondo, e sembrano per ora impossibilitati ad attirare l’attenzione mediatica necessaria per risollevare le loro campagne oscure dal Donald Trump Show. Quando i voti arriveranno, la situazione però potrebbe cambiare.

Photo credit: Ethan Miller/Getty Images