fausto raciti
|

Raciti: minacce di morte per il giovane segretario del Pd siciliano

“Noi ti sgozzeremo”. E’ la minaccia contenuta in una lettera di minacce recapitata al segretario regionale del Pd siciliano, Fausto Raciti, nella sede dei democratici, in via Bentivegna, a Palermo. Raciti ha denunciato quanto avvenuto alla Polizia di Stato. Nella lettera anonima, scritta a macchina, si legge: “Noi ti sgozzeremo. Sappiamo i tuoi movimenti, guardati attorno, ti
uccideremo”. Raciti è già stato ascoltato dalla Digos. Lo riporta l’agenzia AdnKronos

Immediata la solidarietà espressa al giovane deputato e segretario da tutto il mondo politico, ad iniziare dal presidente della regione Sicilia, Crocetta: “La mia solidarietà personale, come uomo, come dirigente del Pd, come presidente della Regione al
segretario Fausto Raciti per la lettera di minacce ricevuta. Una lettera che non va assolutamente sottovalutata, che si inserisce nel quadro siciliano di una mafia che non ha mai accettato la vittoria del Pd e del centro-sinistra in Sicilia. Una vicenda molto chiara al segretario che ha capito che occorre impedire a ogni costo la ricomposizione dei vecchi poteri, facendo una scelta netta, confermando quest’esperienza di governo che la lotta alla mafia la fa
sul serio”. Così il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta.
“La mafia fa politica da sempre, il messaggio a Raciti è chiaro – aggiunge – Non puoi opporti alla ricomposizione politico-mafiosa che gestiva la Sicilia. Chiunque sia stato, resta la visone oggettiva di uno scontro che vede impegnati il Pd e il governo regionale in una lotta senza precedenti per demolire privilegi, corruzione e malaffare, privilegiando gli interessi pubblici”.