Uno sportello Bancomat
|

Come si chiede l’aumento di stipendio

Qual è il modo migliore per trattare con la propria azienda e chiedere un aumento di stipendio? Fornire delle indicazioni valide sempre e comunque non è affatto semplice. Ma è certamente possibile dare qualche consiglio prezioso. Ed è proprio quello che ha fatto Page Personnel, una multinazionale britannica che si occupa della selezione di professionisti, in un vademecum anticipato al Sole 24 Ore.

 

LEGGI ANCHE: Bancomat e carta di credito: cosa cambia

 

AUMENTO STIPENDIO, 11 CONSIGLI –

Noi vi riportiamo 11 importanti suggerimenti (i primi 3 indicano i punti salienti):

  • Studiare al dettaglio le politiche di retribuzione. Documentarsi sull’argomento trattato e sulle politiche dell’azienda evita i rischi nella richiesta di un miglior trattamento economico.
  • Conoscere elementi di forza e di debolezza nei propri risultati professionali. Essere troppo ambiziosi dimenticando i propri limiti può compromettere la propria credibilità.
  • Conservare una distanza equa da emozioni e pretese superiori a quelle che possono essere prese in considerazione. Come ha spiegato al Sole 24 Ore la managing directori di Page Personnel Francesca Contardi la richiesta deve essere accompagnata da «motivazioni coerenti».
  • Evitare agguati via mail o telefono, inadatti ed efficaci. Il colloquio fisico consente una conversazione più estesa e dettagliata.
  • Rivedere e metabolizzare tutte le condizioni preposte alla concessione di un aumento retributivo. Ovvero: conoscere tutti i criteri e le modalità di assegnazione degli aumenti.
  • Valutare con attenzione l’andamento economico dell’azienda. Non si tratta di un consiglio scontato. Anche le previsioni possono modificare le posizioni del richiedente.
  • Far parlare il curriculum e i risultati raggiunti. Il Sole 24 Ore spiega che è importante evidenziare valore aggiunto e ritmo di produttività garantiti dall’inizio del proprio rapporto.
  • Non tradurre la consapevolezza in sfacciataggine. Meglio lasciare che siano il proprio curriculum e il proprior endimento a parlare di più.
  • Evitare di quantificare da soli una cifra per l’accordo. Page pesonnel sottolinea che un vincolo all’intesa con l’azienda toglie spazio all’interlocutore e trasformarsi in un autogol.
  • Premunirsi in caso di risposta negativa. Un piano B può tornare utile.
  • Non cedere al primo tentativo fallito. Cercare nuove occasioni di confronto sulla possibilità di aumento della retribuzione. Ma senza insistere.

(Foto di copertina: ANSA / ALESSIO TARALLETTO)