|

La città che protegge i cani poliziotto con i giubbotti antiproiettile

Cane Diesel

, dopo la morte dell’animale che lavorava per la polizia francese un gruppo di aziende di San Pietroburgo ha sviluppato un giubbotto antiproiettili per le unità cinofile delle forze di sicurezza della metropoli russa. L’idea proposta non è però una novità assoluta, visto che già negli Stati Uniti diverse forze di polizia locali fanno indossare ai loro cani giubbotti antiproiettili per partecipare ai blitz con possibili sparatorie.

DIESEL CANE EROE

– Sono passate poche settimane dalla morte del cane Diesel, l’animale che faceva parte delle unità cinofile della polizia di Parigi morto nella caccia a uno degli attentatori del 13 novembre. Per evitare o per ridurre al minimo i rischi che si ripeta la morte di un cane poliziotto è stata creata dalla Scientific Production Association of Special Materials di San Pietroburgo una vera e propria corazza per proteggere gli animali che parteciperanno alle operazioni di polizia. I cani che indosseranno questo giubbotto anti proiettile mostrato nel video verranno protetti al collo e al petto, con la possibilità di estendere la copertura a testa e gambe. Il giubbotto antiproiettile si chiama Nord Body Armour è stato sviluppato in sei mesi,  è particolarmente facile da indossare, ed è disponibile in diversi colori a seconda della divisa dell’unità cinofila. In diverse forze speciali delle polizie americane sono utilizzati giubbotti antiproiettili per le cosiddette K9, le unità cinofila.

LEGGI ANCHE

Attentati a Parigi: Diesel, il cane morto da eroe nel blitz a Saint-Denis. “E’ tornato per morire vicino al padrone”