La petizione per bandire Donald Trump dall’Inghilterra

di Redazione | 10/12/2015

Donald Trump

Una petizione sul sito del Parlamento britannico che chiede di vietare al candidato repubblicano Donald Trump l’ingresso nel Regno Unito, dopo le sue dichiarazioni sui musulmani e sulla radicalizzazione, secondo lui, di alcuni quartieri di Londra e Parigi, ha superato le 100.000 firme, soglia oltre la quale potrà essere depositata in Parlamento perchè diventi oggetto di dibattito in aula.

LA PETIZIONE

“I firmatari sostengono che a Donald J. Trump dovrebbe essere vietato l’ingresso nel Regno Unito”, si legge nel testo della petizione lanciata nel tardo pomeriggio di ieri. Verso le 16 le firme erano addirittura oltre 154.000. Le dichiarazioni di ieri del candidato alla Casa Bianca, che ha detto che l’ingresso dei musulmani negli Usa dovrebbe essere vietato, sono state condannate in tutto il mondo. Donald Trump ha anche suscitato la polemica con le sue dichiarazioni su Parigi e Londra. “Guardate quello che è successo a Parigi, l’orribile carneficina. Esistono zone a Parigi che sono radicalizzate dove i poliziotti rifiutano di andare”, ha detto Trump prima di aggiungere: “Ci sono zone a Londra e in altri posti che sono radicalizzate dove i poliziotti temono per la propria vita”. In una reazione insolita, anche Downing street ha commentato le esternazioni del miliardario americano. “Tali affemazioni creano inutilmente delle divisioni, non aiutano a migliorare la situazione”, ha dichiarato il portavoce del Primo ministro David Cameron.
E’ stata lanciata anche una petizione sul sito 38 gradi per ritirare a Donald Trump, proprietario di due terreni di golf in Scozia, un dottorato honoris causa ricevuto nel 2010 dall’università scozzese Robert Gorbon di Aberdeen. Questo pomeriggio, la petizione aveva raccolto già più di 20.000 firme.