Befana Piazza Navona: aperta un’inchiesta

di Redazione | 05/12/2015

piazza navona gay

I banchetti di piazza Navona finiscono in procura. I magistrati guidati dall’aggiunto Francesco Caporale hanno aperto una inchiesta sulle procedure di assegnazione dei banchetti natalizi. Per il momento è un fascicolo senza indagati e senza ipotesi di reato.
L’inchiesta è scattata in seguito alle segnalazioni dell’Autorità nazionale anticorruzione e del commissario straordinario Francesco Paolo Tronca.

LEGGI ANCHE:

Befana piazza Navona, l’anticorruzione: «Gravi anomalie»

Ne parla il Messaggero:

Le anomalie evidenziate sono soprattutto di tipo amministrativo e relative a scelte definite «non in linea con il quadro normativo». Vengono anche sottolineati i vincoli di parentela tra gli aggiudicatari dei banchi e le assegnazioni reiterate nel corso degli anni. Nel mirino degli inquirenti ci sarebbero anche i verbali di gara, che sarebbero privi delle annotazioni relative alle operazioni compiute per l’attribuzione dei punteggi su cui si basano le liste finali.
A quanto sembra, ci sarebbero incongruenze in merito all’inserimento in graduatoria: figurerebbero, anche in posizione apicale, «offerte in relazione alle quali viene accertata l’insufficienza o l’assenza della documentazione necessaria a valutare la qualità della merce offerta», si legge nel dossier.

(in copertina foto GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images)