Lazio-Juventus diretta live
|

LAZIO-JUVENTUS 0-2, Dybala vince da solo

LAZIO-JUVENTUS –

Ecco formazioni, gol e voti.

LAZIO-JUVENTUS, TABELLINO E PAGELLE –

Lazio (4-2-3-1): Marchetti 5,5, Basta 6, Gentiletti 4, Mauricio 4,5, Radu 5,  Parolo 5,5, Biglia 6,5, Milinkovic Savic 5, Kishna 4,5, Candreva 5,5, Klose 5

Felipe Anderson 5,5, Keita 5,5, Matri 5

Pioli 4,5

LEGGI ANCHE: LAZIO-JUVENTUS 0-2, HIGHLIGHTS E VIDEO GOL

Juventus (3-5-2): Buffon sv, Chiellini 6,5, Bonucci 7, Barzagli 6,5, Marchisio 6, Alex Sandro 7, Asamoah 6,5, Lichtsteiner 6,5, Sturaro 6, Mandzukic 6,5, Dybala 7,5

Evra 6,5, Cuadrado sv, Morata sv

Allegri 7,5

Ammoniti: Gentiletti (L), Mandzukic (J), Mauricio (L), Radu (L), Parolo (L), Alex Sandro (J), Evra (J), Klose (L)

LAZIO-JUVENTUS 0-2- Partita mai in discussione. Juve subito in forcing, Dybala incontenibile, ottimo Alex Sandro, bene anche un gladiatorio Mandzukic. Allegri non sbaglia una mossa tattica, anche se Morata è sempre più triste. Dall’altra parte si salva solo Biglia, che scoppia in lacrime a fine partita.

90’+4′- Partita finita. Quinta sconfitta in sei partite per la Lazio. Quinta vittoria consecutiva per la Juventus che aggancia la Roma al quarto posto almeno per 16 ore.

90’+2′- Lazio in avanti, ma ormai è finita. Pokerissimo Juve e Roma agganciata a 27.

90′- Quattro minuti di recupero.

86′– Klose, scatto d’orgoglio, prova a dimezzare le distanze. Chiellini prima se lo perde, poi salva. E infine, pochi secondi dopo, subisce un fallaccio dal frustrato Miroslav, anche stasera a digiuno.

84′- Klose ammonito per fallo su Evra. Marchisio, nel frattempo, due volte al tiro dalla distanza.

82′- Neanche dieci minuti per Alvaro Morata, esce Mandzukic, anche lui tra gli applausi, soprattutto per la prestazione gladiatoria.

79′- Esce tra gli applausi il migliore in campo, Dybala, entra Cuadrado.

78′- Ora la Lazio grazie ai piedi buoni e freschi fa possesso palla. La Juventus è stanchissima e fa fatica a uscire dalla sua area.

74′- Keita si è svegliato. Serpentina, Evra deve fargli fallo a meno di 20 metri dalla porta. Giallo per lo juventino e occasione pericolosa sul piede di Biglia. Palla sulla barriera, angolo. Sul corner palla fuori area ribattuta dalla difesa, Radu prova la bomba. Alta.

72′- Keita al tiro poco oltre il limite, di esterno. Bello stile, buona potenza, ma palla centrale. Buffon blocca ancora.

70′- Punizione di Parolo da 35 metri. Tiro forte, lo tiene basso, ma Buffon controlla bene e blocca.

68′- Felipe Anderson si libera di Alex Sandro, che lo allonatana fallosamente. Giallo anche per il bianconero. E approfittando del gioco fermo, Allegri fa entrare Evra e fa uscire un ottimo, ma stanchissimo, Asamoah.

66′- Ora la partita è sinceramente noiosa. Unica luce una grande azione di Felipe Anderson, su cui Milinkovic Savic, in ottima posizione, sbaglia tutto.

61′- Partita che per i padroni di casa diventa nervosa: Keita, in maniera forse involontaria, dà una bella manata a Chiellini. E poco dopo Mauricio travolge Mandzukic. Si sente odore di espulsione e per provocarla Allegri fa scaldare il veloce e funambolico Cuadrado.

LEGGI ANCHE: LAZIO-JUVENTUS 0-2, GLI HIGHLIGHTS E I VIDEO DEI GOL (FINORA)

59′- Keita perde palla in maniera puerile sulla trequarti avversaria, Alex Sandro che gliela ruba parte in quinta. Parolo può solo abbatterlo qualche metro più in là. Ancora un giallo per la Lazio.

57′- Ancora Dybala, questa volta in contropiede. Defilato sulla sinistra, Basta non riesce a tenerlo, tenta il tiro. Forte, ma fuori.

55′- La Juventus invece di difendersi ha alzato il suo baricentro, complicando ancora di più il tentativo di recupero disperato della Lazio.

50′- Juventus subito in pressing, la Lazio anche con i due innesti di qualità non riesce a ragionare. Anzi sembra più pericolosamente sbilanciata.

47′- Juventus subito pericolosa: grande giocata di Alex Sandro che elude l’avversario e poi crossa con tocco sotto, torre di Mandzukic, ma Dybala non ci arriva.

46′- La Lazio rientra con ben due nuovi giocatori. Fuori Kishna, inesistente, e Candreva, dolorante. Dentro Felipe Anderson e Keita Balde.

45’+4′- Finisce il primo tempo. Selva di fischi dei tifosi laziali.

45’+2′- Banti sbaglia clamorosamente. Parte come una furia Lichtsteiner sulla destra, Radu se lo perde, allarga il braccio e lo prende in pieno viso a tutta velocità. Lo svizzero disperato a terra, lo stadio muto. Ma solo un giallo, per un’azione da rosso sacrosanto.

45′- Tre minuti di recupero. E nel primo Gentiletti con un retropassaggio demenziale stava rendendo una frittata completa la sua partita, dopo l’autogol e il giallo.

43′- Gioco fermo, Chiellini ferito alla testa deve andare fuori dal campo per farsi fasciare e medicare. Lazio in superiorità numerica temporanea.

42′- Biglia leonino, è l’unico che le prova tutte. Ma gli uomini di Pioli non riescono a costruire azioni di gioco, vanno avanti solo con slanci estemporanei.

40′- La Lazio prova a riordinare le idee, Candreva stringe i denti anche se sembra soffrire parecchio.

37′- Scontro aereo tra Mauricio e Mandzukic a centrocampo. Il laziale ci mette il braccio, sul naso del bianconero. Giallo anche per l’altro centrale biancazzurro.

35′- La Juventus ora sembra in totale dominio. Lazio frastornata da un grande Dybala e una pessima difesa. La propria.

31′- GRNDE GOL DI PAULO DYBALA! RACCOGLIE PALLA DAI 25 METRI, COME AL PARCO CONTROLLA PALLEGGIANDO CON LA COSCIA E POI DI COLLO AL VOLO FA PARTIRE UN SILURO. PALO NELL’ANGOLINO ALLA SINISTRA DI MARCHETTI, CHE RIESCE SOLO A TOCCARLA. 0-2!

29′- Candreva a terra molto dolorante. Rischia di dover uscire. Si è fatto male da solo, facendo un fallo e cadendo in seguito a quell’azione irregolare.

27′- Angolo battuto male, raccoglie Parolo, lancio per Mauricio rimasto in area sul filo del fuorigioco. Gira a rete, palla deviata. Ancora corner.

25′- Ed è proprio Biglia a rendersi pericoloso, con un gioco fisico e tecnico molto aggressivo. Questa volta sulla sua discesa si inserisce Mario Mandzukic. Fallo non cattivo, ma duro. Giallo anche per lui, anche se il croato cerca di fuggire dall’arbitro.

22′– Biglia striglia la difesa, con calma. Cerca di invitarli alla tranquilla nel gioco d’impostazione. Dietro, nella Lazio, infatti, vige il panico e quando non si sbaglia, si lancia a casaccio.

20′- La catena di sinistra bianconera fa malissimo alla Lazio: Asamoah sfiora il raddoppio su lancio di Alex Sandro. Tiro, Mauricio devia in angolo.

18′- Gli uomini di Pioli sembrano disorientati e poco organizzati soprattutto nella loro metà campo. Di contro la Juventus ha in Dybala un leader che aiuta molto anche a centrocampo. Sturaro ora prova un cross con Mandzukic ben posizionato, ma ciabatta verso Marchetti.

15′- Paulo Dybala irresistibile, si porta dietro quattro avversari e da 25 minuti fa partire un bolide fuori misura. Altissimo.

14′- Disastro Gentiletti. Arriva in anticipo sul pallone, con un balletto Dybala lo mette fuori tempo, poi parte solo in contropiede. Lo trattiene, ammonito. Un cartellino e un autogol.

12′- La Juventus ottimamente messa in campo non lascia spazi alla risposta molto atletica e poco lucida dei biancazzurri.

9′- Lazio che cerca l’assalto, ma dietro tream paurosamente. Juventus determinatissima.

6′- ESULTA DYBALA CHE CON UN TIRO CROSS, RACCOLTO DA CROSS DI ALEX SANDRO RIBATTUTO MALAMENTE DAI BIANCAZZURRI, SPARA IN DIREZIONE DI MANDZUKIC TROVA LA COSCIA DI GENTILETTI, POCO REATTIVO. AUTORETE, LAZIO SUBITO SOTTO. 0-1!

4′- Milinkovic Savic recupera un buon pallone, passa a Candreva che va subito al tiro. Palla non lontana dal palo, ma Buffon la controlla con sicurezza.

3′- Lazio in avanti, ma per ora solo fasi di studio.

1′- Partiti

20.46- Qualche minuto di ritardo, Banti, l’arbitro, se la prende comoda.

20.10– Nella Lazio nessuna sorpresa.

20.03- Ecco la formazione della Juventus, rivoluzionata rispetto alle previsioni.

LAZIO-JUVENTUS DIRETTA STREAMING –

19.42- Le squadre sono già nella pancia dello Stadio Olimpico. C’è il pubblico delle grandi occasioni.

Lazio-Juventus diretta live

Non sono ancora stati risolti i dubbi Kishna-Keita per la Lazio. Allegri sorprende tutti: Evra fuori, dentro Alex Sandro. E al posto di Pogba, Asamoah.