|

Il video dell’ISIS con i bambini boia in stile Hunger Games

ISIS video

ISIS ha diffuso un nuovo filmato di propaganda, realizzato con una storia e una grafica che sembra ispirata alla serie di Hunger Games, in cui alcuni bambini giocano a nascondino con 6 prigionieri siriani, che devono essere trovati e uccisi dai piccoli jihadisti. Il video rappresenta l’ennesimo episodio della terrificante propaganda dell’organizzazione terroristica sui social media chiave del suo successo nel reclutamento dei foreign fighters.

ULTIMO VIDEO ISIS

– Su Archive.org è stato caricato un nuovo video realizzato dall’ISIS, con uno stile horror sempre più raffinato, e terrificante. Più che al Corano l’ISIS sembra ispirarsi ai film di grande successo, visto che l’immaginario così come lo stesso script ha più di un tratto comune con Hunger Games. Il filmato, che dura 14 minuti, è intitolato “Ai figli degli ebrei”, e inizia con decine di bambini che vengono educati alla lettura del libro sacro dell’Islam. Dopo scene e combattimento tra di loro, i piccoli, che hanno un’età intorno ai 10 anni, sono chiamati a un’ulteriore prova di addestramento per diventare veri e propri killer del sedicente califfato. I bambini indossano un passamontagna, ricevono una pistola e in questa tenuta da jihdista sono chiamati a trovare alcuni nascosti tra rovine storiche molto suggestive. Una sorta di gioco a nascondino, dove il premio è rappresentato dall’assassinio delle “spie di Assad”, come sono definiti i prigionieri nelle mani dell’ISIS. Probabilmente si tratta di militari dell’esercito siriano catturati dai miliziani dell’organizzazione terroristica di al-Baghdadi.

LEGGI ANCHE

Cinque motivi per cui l’ISIS non può conquistare Roma
Perchè ISIS odia il nome Daesh
Vendiamo le armi all’ISIS?

VIDEO ISIS PROPAGANDA

– Ogni ricerca dei bambini jihadisti si conclude con l’uccisione dei prigionieri. Cinque sono freddati con un colpo di pistola alla testa, mentre all’ultimo tocca il marchio caratteristico dei video di propaganda dell’ISIS, la decapitazione dell’ISIS. Il video è stato diffuso, e probabilmente realizzato, dalla provincia di al-Khayr, ovvero l’ex governatorato siriano di Deir el-Zor che si trova vicino al confine con l’Iraq, rinominato dopo esser conquistato dai terroristi islamici. L’utilizzo dei bambini killer non è una novità nei video di propaganda dell’ISIS, che dopo la conquista di vasti territori in Siria e in Iraq ha trasformato le scuole in centri di formazione per futuri jihadisti. I bambini sono addestrati a utilizzare le armi, con letture del Corano che si alternano a video di decapitazione. Metodi di propaganda che provocano orrore e disgusto nelle opinioni pubbliche mondiali, ma che fanno parte della stessa ideologia dell’ISIS. Sin dai tempi di al-Qaida in Iraq il fondatore dell’organizzazione terroristica, al-Zarqawi, postava regolarmente le decapitazioni degli ostaggi, fedele alla lezione di Mohammad Hasan Khalil al-Hakim e del suo libro “L’amministrazione della brutalità”, in cui l’esibizione delle barbarie più terrificanti erano rivendicati come centrali per la jihad terrorista.

Il video è a pagina 2

TAG: ISIS