Ex deputati: viaggi gratis addio a partire dal 2016

di Maghdi Abo Abia | 04/12/2015

Ex Deputati

Niente più viaggi gratis per gli ex deputati a partire dal primo gennaio 2016. Costoro perderanno il rimborso delle spese per i viaggi in treno, aereo o nave compiuti sul territorio nazionale. La parola fine al privilegio è stata posta dall’Ufficio di presidenza di Montecitorio. La Camera risparmierà così qualcosa come 900.000 euro l’anno. Ogni ex deputato poteva chiedere un rimborso fino a 3.200 euro l’anno.

Ex Deputati
GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)

LEGGI ANCHE: L’epic fail della Bbc: accusa un deputato di dormire, ma prende un grosso granchio

EX DEPUTATI, IL PRIVILEGIO RESTA PER GLI EX SENATORI ENTRO 10 ANNI DALLA LORO ULTIMA LEGISLATURA

Secondo quanto riporta Il Tempo, il provvedimento è stato prima approvato dalla Camera e dopo ratificato dall’ufficio di presidenza. Al di là delle liti su chi ha proposto per primo il provvedimento, MoVimento 5 Stelle e Sinistra Italiana, dal primo gennaio 2016 gli ex deputati dovranno pagarsi i viaggi. Unici esclusi dalla norma «quei servizi la cui fruizione è subordinata al pagamento di un corrispettivo o la cui erogazione non comporti oneri a carico della Camera». Non cambia nulla per sia per i trentacinque milioni stanziati per i viaggi dei parlamentari in carica sia per gli ex senatori che mantengono il privilegio nei 10 anni dall’ultima loro legislatura. (Photocredit copertina ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)