Nella Silicon Valley spopola l’Lsd: “aumenta la produttività”

di Maghdi Abo Abia | 28/11/2015

Lsd

I lavoratori della Silicon Valley per aumentare la propria produttività fanno uso di Lsd. Una dichiarazione forte, fortissima, del Rolling Stone, ripresa dal Telegraph. Secondo le fonti di stampa sempre più professionisti assumono microdosi di droga per migliorare la propria performance lavorativa, con ottimi risultati.

Lsd
(ANSA)

 

LSD, UN DECIMO DELLA DOSE NORMALE

La microdose di Lsd in questione è quantificata in circa 10-15 microgrammi, approssimativamente un decimo della dose normale. Secondo quanto riferito dal Rolling Stone, tale quantitativo di droga ha un effetto “subpercettivo”, ovvero abbastanza per sentire gli effetti benefici dell’energia data dall’Lsd ma non sufficiente a entrare in trip. Il ricercatore Dr. James Fadiman ha aggiunto a Vice: “le persone lo fanno e mangiano meglio, dormono meglio e sono più portate a praticare esercizi di meditazione. Inoltre riesci a fare in due ore ciò che faresti in tre o quattro”.

 

LEGGI ANCHE: Il policlinico di Basilea offre gratis LSD per testare gli effetti della droga

 

LSD, EFFETTI E CONSEGUENZE

Lo scorso mese a New York il documentarista canadese John Andrew ha presentato la propria esperienza fatta di assunzioni quotidiane di microdosi di funghi allucinogeni per sei mesi: “ho sperimentato una chiarezza quasi indescrivibile. Mi sentivo in estasi. Qualsiasi cosa sarebbe successa, bella o brutta, sarebbe andato tutto per il meglio. E dopo sei mesi ho sentito che il mio potenziale era aumentato”. Ovviamente non è tutto oro quel che luccica. Pj Vogt, autore di un podcast dal titolo “Reply all”, ha spiegato che a lungo andare ha avuto dei comportamenti definiti “maniacali e strani”. Una conseguenza sottaciuta che potrebbe creare problemi a coloro che hanno scelto di prendere l’Lsd.

TAG: Droga