Carlo Verdelli è il nuovo “superdirettore” della Rai

di Valentina Spotti | 27/11/2015

carlo verdelli rai

Carlo Verdelli è il nuovo direttore editoriale per l’Offerta Informativa della tv di Stato. La nomina è arrivata ieri, dopo il lungo Cda di Viale Mazzini. Le funzioni di Verdelli, ex direttore del magazine Sette del Corriere della Sera, già direttore di Vanity Fair e de La Gazzetta dello Sport, sono spiegate oggi sul Corriere della Sera:

[…] la nomina (con il solo voto contrario di Arturo Diaconale) è stata decisa «per assicurare un maggiore e più efficace coordinamento funzionale dell’area informativa dell’azienda, con l’obiettivo di rendere sinergico e funzionale l’utilizzo delle risorse tecnologiche e professionali garantendo nel contempo il livello qualitativo e di diversificazione dei contenuti informativi». A Verdelli, che riferirà gerarchicamente al direttore generale, risponderanno i direttori delle testate giornalistiche. Verdelli diventa un uomo chiave perché, ferme restando le prerogative dei singoli direttori, avrà la responsabilità del coordinamento funzionale delle varie testate e dell’offerta informativa, la supervisione delle proposte editoriali e sarà anche responsabile dei «meccanismi approvativi» dei prodotti giornalistici. In pratica, sarà lui a decidere se varare o meno una proposta, per esempio, di un nuovo prodotto di approfondimento.

ARRIVA VERDELLI, ARCHIVIATE LE NEWSROOM – Archiviato quindi il progetto delle “newsroom” proposto da Gubitosi:

[…] sarà sempre lui ad avere «la gestione delle priorità editoriali, anche di tipo straordinario». Ovvero sceglierà quando e se dedicare un’edizione straordinaria a un avvenimento

Una nomina che non piace a Usigrai:

L’Usigrai, il sindacato dei giornalisti interni, contesta i vertici Rai con una nota del segretario Vittorio Di Trapani: «Con la scelta di un coordinatore editoriale di un esterno, per di più senza esperienza radiotelevisiva, si parte con il piede sbagliato»