pensioni giovani
|

Dati Inps, i dipendenti pubblici si ammalano di più (e di lunedì)

I dipendenti pubblici si ammalano di più di chi lavora nel settore privato. O almeno: questo dicono i certificati medici. Lo dicono i dati dell’Osservatorio statistico dell’Inps, che fornisce uno spaccato rapporto tra i dipendenti italiani e le giornate di malattia. Si legge sul Messaggero:

Nel dettaglio, l’Inps, l’anno scorso, ha registrato un aumento dello 0,8%, a quota 6.031.362, dei certificati di malattia presentati dai lavoratori pubblici, mentre hanno accusato un calo del 3,2%, attestandosi a 11.494.805, quelli presentati dai dipendenti privati. In quest’ultimo settore, in particolare, la maggior parte dei certificati medici si concentra in Lombardia (21% e 15.674.797 giorni di malattia), seguita dal Lazio (11,6 per cento).

 

LEGGI ANCHE: Inps: nel 2015 assunte 900.000 persone con sgravi fiscali

 

Dalle statistiche emerge anche che un italiano su tre si ammala di lunedì:

L’Osservatorio dell’Inps stima i casi di malattia complessivi in oltre 8,5 milioni nel settore privato e 4,8 milioni circa nella pa. Nel privato, le assenze da due a tre giorni si osservano nel 31,7% dei casi, mentre nel pubblico la percentuale sale al 36,2 per cento. Non si sta bene soprattutto di lunedì. Secondo l’Inps, infatti, la distribuzione del numero degli episodi di malattia per giorno di inizio del 2014 è simile per entrambi i comparti, con frequenza massima il lunedì: 2.576.808 casi nel privato e 1.325.187 nella pubblica amministrazione. Si osserva, inoltre, che i lavoratori con almeno un episodio di malattia sono per la maggior parte maschi (56,1%) nel privato e femmine (69%) nella pubblica amministarzione.

(Foto di copertina: Ansa)

TAG: Inps