La guerra degli skinheads veneti alla Caritas

di Redazione | 26/11/2015

In Veneto c’è un’assiociazione Skinheads che ha seminato il panico la scorsa notte. Ecco cosa raccontano i giornali locali

LA GUERRA DEGLI SKINHEADS

Ecco cosa sarebbe successo

La sede della federazione in via Gandhi, quella del Pd di Correggio e la sede reggiana della Caritas. Sono i tre luoghi presi di mira da quella che si definisce associazione culturale Veneto FRonte Skinheads, che nel corso della notte ha condotto un’azione dimostrativa contro lo ius soli

Più precisamente gli skinheads protestavano, va parecchio di moda st’anno, contro lo Ius Soli

Una sagoma tricolore con alcuni volantini, lasciati nel corso della notte davanti alle due sedi Pd e quella della Caritas reggiana, accusati secondo l’associazione di portare avanti un “chiaro disegno politico finalizzato all’annientamento dell’identità italiana”, inneggiando in maniera delirante ad una “guerra ai nemici della nostra terra”

L’azione è stata poi rivendicata sul sito internet dell’associazione. E la Caritas oggi ha deciso di rispondere così

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 21,12-19)
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e governatori, a causa del mio nome. Avrete allora occasione di dare testimonianza.
Mettetevi dunque in mente di non preparare prima la vostra difesa; io vi darò parola e sapienza, cosicché tutti i vostri avversari non potranno resistere né controbattere.
Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e uccideranno alcuni di voi; sarete odiati da tutti a causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto.
Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita».