«Non abbiamo sconfinato e nessuno ci ha avvisati»

di Redazione | 25/11/2015

aereo abbattuto in Turchia

Non accenna a placarsi lo scontro fra Russia e Turchia sul jet militare abbattuto in Siria.

JET ABBATTUTO, BOTTA E RISPOSTA TURCHIA RUSSIA

Nessun avvertimento, ne’ via radio ne’ visivo (l’esercito turco ha invece rilasciato un audio che puoi ascoltare qui Ndr), è stato lanciato al caccia russo abbattuto mercoledi’ dagli F-16 turchi. Lo ha riferito il pilota sopravvissuto del Sukhoi-24 che all’agenzia russa Ria-Novosti ha detto anche di essere certo che il caccia non aveva mai sconfinato nello spazio aereo turco.

JET ABBATTUTO, LE ACCUSE DEL CREMLINO

Con l’abbattimento del jet da combattimento russo, la leadership turca, in sostanza, si è schierata con i terroristi dello Stato islamico, secondo l’accusa che arriva dal ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov. Il capo della diplomazia russa ha avuto una telefonata con il suo omologo turco Mevlut Cavusoglu proprio per parlare dell’incidente di ieri. “Lavrov ha sottolineato che abbattendo un aereo da combattimento russo, che stava effettuando una missione nel quadro di un’operazione antiterrorismo in Siria e non violava lo spazio aereo turco, la leadership turca, in sostanza, si è schierata con lo Stato islamico”, si legge in una nota del ministero degli Esteri russo.