dopin
|

Il grande ritorno della bufala del sangue Rh negativo alieno

Avete il sangue Rh negativo? Se cercate su Google un sacco di siti (che non hanno nulla a che fare con la scienza vera) ipotizzano una origine aliena. Niente di più falso. Eppure la bufala del Rh negativo come sangue alieno è un evergreeen che non tramonta mai. Qui uno degli ultimi articoli:

Non esiste plausibile spiegazione scientifica circa la provenienza del gruppo RH negativo. La scienza ortodossa si è limitata a ipotizzare che si tratti di una non meglio identificabile, casuale mutazione genetica.
Circa l’85% degli esseri umani possiede il gene scimmiesco RH, mentre nel restante 15% non è riscontrabile il fattore RH (RH-) e ciò potrebbe essere spiegato dalla presenza di un gene alieno. Questo articolo esplora la tesi che l’umanità sia stata allevata come una razza di schiavi, dal momento che il 97% del nostro codice genetico risulta disattivo, e possiamo disporre di appena il 3%, utile semplicemente alla sopravvivenza.

Niente di più falso, come spiega il sito Butac.

BUFALA RH NEGATIVO SANGUE ALIENO: ALTRI ESEMPI

– Secondo il sito Alienifranoi gli alieni hanno ibridato il loro Dna con gli scimpanzé per creare gli uomini:

Se tutta l’umanità si e evoluta dallo stesso antenato ed il suo sangue risulta compatibile, da dove provengono gli: RH -Negativo?
Se non sono i discendenti di un uomo preistorico, potrebbero essere: discendenti degli antichi: (Astronauti?);- Tutti gli Animali e gli esseri viventi noti all’uomo possono incrociarsi con qualsiasi altra specie”, di diverse dimensioni, e colori, non fanno alcuna differenza in merito.
Domanda: Perché esiste la malattia Emolitica negli Infanti?, se tutti gli Umani sono della stessa Specie?.
La Malattia “Emolitica e la reazione allergica” che avviene quando una Madre, RH- negativo, porta in grembo: un bambino: RH – positivo.-Il suo sangue produce anticorpi per distruggere una sostanza Aliena (allo stesso modo: di un Virus)

BUFALA RH NEGATIVO SANGUE ALIENO: IL PARERE DEL MEDICO (REALE)

«Ma quale origine aliena dell’Rh negativo, tutte follie. Anzi è importante che si doni il sangue». Ha spiegato all’Adnkronos Barbara Sarina, ematologa dell’ospedale Humanitas di Rozzano, vicino Milano, commentando le teorie, che circolano sul web. «Il fatto più grave è che sul web invitano a non iscriversi a nessun registro quando un donatore Rh negativo è importantissimo perché può donare a qualsiasi gruppo sia positivo che negativo» ha sottolineato il medico, spiegando che «per fattore Rh si intende una proteina presente o meno sulla superficie dei globuli rossi». Se la proteina c’è allora è Rh positivo,  se è assente si parla di Rh negativo. E l’origine? La dottoressa Sarina ha precisato come «il nome di questa proteina derivi dal tipo di scimmia in cui fu individuato da Landsteiner e Wiener per la prima volta nel lontano 1941».  Oggi l’incompatibilità del fattore Rh tra madre e figlio durante la gravidanza è un’eventualità piuttosto gestibile con esami e a terapie di routine. Basta il test di Coombs per verificare o meno la presenza di anticorpi contro l’Rh del feto.

(Foto EPA/CHRISTIAN BRUN-ANSA)