Quando il filo interdentale può fare male (e come si usa correttamente)

di Redazione | 19/10/2015

filo interdentale

Filo interdentale,

se utilizzato male può essere più dannoso che utile per l’igiene orale. Lo rimarca un professore dell’università di Newcastle, che ha evidenziato come la maggior parte delle persone si danneggino le persone con il filo interdentale.

FILO INTERDENTALE FA MALE

Il filo interdentale è uno strumento positivo per l’igiene orale, ma la maggior parte delle persone lo utilizza in modo scorretto. I dentisti ricordano a tutti i loro pazienti di curare la loro igiene orale con il filo interdentale, al fine di proteggere i loro denti da carie o dalla paradontite. Molte persone però non impiegano il filo interdentale, per pigrizia o disinteresse, e alla fine questo non è negativo. Un professore di Odontoiatria all’università di Newcastle, Robyn Seymour, ha rimarcato come il filo interdentale sia un metodo fantastico per rimuovere la placca che si forma tra i denti e la gengiva. Per utilizzarlo però in modo corretto è necessario avere un’abilità piuttosto elevata, al fine di muovere correttamente il filo di nylon all’interno delle bocca. Una abilità che manca alla maggior parte delle persone. L’esperto di odontoiatria evidenza come in molti casi la placca non sia allontanata, visto che tantissime persone spingono il filo interdentale semplicemente da una parte e dall’altra. Un altro errore comune è manovrare il filo come se fosse una sega, così da non rimuovere la placca e danneggiare la gengiva. Se non si è capaci di utilizzare il filo interdentale, si possono utilizzare altri metodi efficaci per l’igiene orale, come lo spazzolino elettrico o il collutorio.

Ecco un tutorial video del Consiglio generale dei  collegi su come utilizzare il filo interdentale in modo corretto.


LEGGI ANCHE

I rischi per la salute dello smalto per unghie

“I jeans skinny fanno male alla salute”

Photo credit: Peter Macdiarmid/Getty Images