La “meteorina” in Russia: «Ottobre, un mese ideale per bombardare la Siria»

di Maghdi Abo Abia | 05/10/2015

Ottobre è un periodo ideale per poter bombardare la Siria. La velocità media dei venti è di 2,4 metri al secondo, piove mediamente una volta ogni 10 giorni ed i 13 giorni di nubi previsti non dovrebbero ostacolare l’azione dell’aviazione. Chi l’ha detto, uno stratega militare? Un esperto di aeronautica? No, un’annunciatrice delle previsioni meteo sul canale televisivo Russia 24. Come riportato dal Guardian la ragazza ha spiegato che in queste particolari condizioni meteorologiche «gli aerei possono fiondarsi sotto le nuvole per bombardare obiettivi di terra per poi risalire velocemente qualora dovesse agire l’antiaerea». Il tutto mentre va in onda un attacco condotto da un aereo Sukhoi Su-24. Certo, ci sono pericoli reali come le tempeste di sabbia, ma queste “capitano raramente a ottobre”. Ed a parte qualche giorno di pioggia nel prossimo fine settimana, il tempo sarà ideale per azioni militari per tutto il resto del mese.

 

LEGGI ANCHE: Crisi in Siria, la Nato contro la Russia: «Stop agli attacchi in Siria»

 

TAG: Siria