SAMPDORIA-INTER PROBABILI FORMAZIONI

di Boris Sollazzo | 04/10/2015

Sampdoria-Inter probabili formazioni

SAMPDORIA-INTER PROBABILI FORMAZIONI –

L’Inter torna a Genova dopo la sconfitta della primavera scorsa, sempre causata da un ex, in quel caso Sinisa Mihajlovic, che interruppe una striscia di imbattibilità di 8 match dei nerazzurri a Marassi. Ma forse la sconfitta che più agita Roberto Mancini è quella subita domenica scorsa a San Siro contro la Fiorentina.
Dal 2008 non si vede un pareggio da queste parti quando Samp e Inter si incontrano ma in pareggio sono Muriel e Icardi. Un bel tre a tre. Cosa intendiamo? Luis ha segnato tre gol all’Inter in carriera, Maurito tre alla Samp, squadra in cui è esploso.

LEGGI ANCHE: SAMPDORIA-INTER, DIRETTA LIVE

Sampdoria-Inter Probabili Formazioni
ANSA/FILIPPO VENEZIA

Roberto Mancini proverà a sfatare un tabù recente ma antipatico: da quando è tornato sulla panchina nerazzurra a Genova ha perso sia contro il Genoa che contro i blucerchiati.

LEGGI ANCHE: SAMPDORIA-INTER, LA PRESENTAZIONE

Le formazioni sono in parte rimaneggiate, soprattutto dalle parti dell’Uomo Ragno Walter Zenga. Viviano in porta verrà difeso da Pereira e Mesbah ai lati e al centro della difesa si troveranno anche Zukanovic – a suo agio anche fuori ruolo – e Moisander reduce da una sfortunata autorete a Bergamo. A centrocampo ecco Soriano, Fernando e Barreto mentre a rifinire per Eder e Muriel sarà di nuovo Correa.

LEGGI ANCHE: SAMPDORIA-INTER, DIRETTA STREAMING

Dalle parti del Mancio, invece, Handanovic non perderà il suo posto tra i pali nonostante la partitaccia con la Viola. Senza Miranda squalificato, invece, nel repaarto arretrato si rivedono vecchie conoscenze. Con Murillo che rientra dall’infortunio e Santon ormai titolare fisso riecco capitan Ranocchia, finora messo dietro all’adattato Medel, e Juan Jesus, anche lui uscito dalla convalescenza. La mediana così diventa molto muscolare: Felipe Melo, Medel e Kondogbia faranno faticare e non poco i blucerchiati, non disdegnando il gioco duro. Davanti mancherà Jovetic – non lo chiamavano l’uomo di cristallo per caso – e così sarà Ljajc a giocarsi una chance fondamentale dietro Perisic e Icardi.

(foto copertina ANSA/LUCA ZENNARO)