Guerini: «I 72 milioni di emendamenti di Calderoli una forma di ricatto per ottenere altro»

di Donato De Sena | 01/10/2015

lorenzo guerini riforma senato

I 72 milioni di emendamenti presentati dal senatore leghista Roberto Calderoli per fermare la riforma costituzionale erano solo una «forma di ricatto per ottenere altro». Parola del vicesegretario del Partito Democratico Lorenzo Guerini, intervenuto ieri sera ad Ercolano, in provincia di Napoli, nel corso della Festa regionale campana dell’Unità. Parlando con i cronisti appena giunto alla manifestazione il vice di Matteo Renzi ha definito le proposte emendative dell’ex ministro uno strumento per «bloccare il percorso» della riforma del Senato invece che «contribuire al dibattito». «Dentro il regolamento del Senato si stanno trovando le modalità per arrivare (all’approvazione, nda) del 13 ottobre», ha poi detto Guerini rispondendo ad una domanda sui cosiddetti ‘emendamenti-canguro’ attraverso i quali è possibile evitare il voto su decine o centinaia di altri emendamenti.

 

Riforma Senato, Guerini: «Da Calderoli emendamenti solo per fermare la legge» (VIDEO)

 

(Immagini e video: Giornalettismo)