Femen alla conferenza sul ruolo delle donne musulmane, aggredite e prese a calci

di Redazione | 14/09/2015

Due attiviste delle Femen sono state arrestate dopo aver fatto irruzione a seno nudo a una conferenza sul ruolo delle donne musulmane che si è svolta sabato nei pressi di Parigi, nell’ambito del Salon du Musulman. Secondo Inna Shevchenko, portavoce del gruppo di protesta femminista, due predicatori fondamentalisti stavano discutendo la questione “se le mogli debbano essere picchiate o no” quando le attiviste sono salite sul palco a seno nudo con la scritta su petto e pancia: “Nessuno può sottomettermi” e “Io sono la profeta di me stessa”.  La portavoce del gruppo, secondo cui alcuni degli uomini hanno gridato offese e minacce contro le due attiviste, ha ringraziato la polizia per aver protetto le donne e averle prese in custodia, dopo che erano state aggredite e prese a calci da diversi uomini saliti sul palco. Le due sono state rilasciate dopo essere state interrogate, che hanno detto che continueranno a indagare su quanto accaduto. Gli organizzatori della conferenza hanno annunciato che sporgeranno denuncia contro le attiviste. La versione della Shevchenko è stata contestata dai portavoce della conferenza, che hanno precisato che gli oratori stavano esortando a seguire l’esempio del Profeta, che non picchiava le donne e non si faceva servire.

femenLEGGI ANCHE: Le Femen contro Papa Francesco ad Announo: è polemica

 

TAG: Femen